Cabtutela.it

Il primo forno sociale della città è pronto. A realizzarlo  cittadini volontari riuniti in un progetto a cura della rete civica urbana Carrassi – San Pasquale e Mungivacca e coordinato dall’associazione Effetto Terra – Campagneros. Il forno è stato realizzato a mano in un terreno gestito sempre dai cittadini in via Bovio.

Si è tenuto un vero e proprio corso di autocostruzione in terra cruda e paglia. Che si è svolto in tre fasi. L’ultima è in programma proprio oggi a partire dalle ore 9. “Inizieremo – spiegano da Effetto Terra Campagneros –  con l’organizzazione del “cantiere”, separando la legna. Accenderemo il forno verso le ore 10 e per tutta la giornata lo alimenteremo sotto la guida di Michele Todisco, esperto nel settore. In contemporanea inizieremo il lavoro di ripristino esterno del forno. Pulizia e trattamento del legno, pulizia della base, sistemazione delle mensole e delle zone di lavoro. Ci fermeremo a pranzo per continuare nel pomeriggio”.

Il primo dicembre si terrà l’inaugurazione: già dalla prossima settimana sarà pubblicato un regolamento per l’utilizzo del forno sociale. Che avverrà previa prenotazione. Sarà chiesto un contributo solo per l’acquisto della legna: nel forno potranno essere cucinate tielle, focacce, pane.

(foto Facebook)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui