Polizia Locale 4.0.  Questo il risultato voluto dal comandante della polizia locale, Michele Palumbo per riqualificare innovandoli i servizi garantiti dal corpo al popolo barese. Lo strumento scelto dal comandante è la nota applicazione Telegram, facilmente fruibile dalla maggior parte degli smartphone in uso. E’ sufficiente scaricare l’App, andare su ‘Contatti’ , cercare ‘Polizia Locale di Bari’ e cliccare su ‘unisciti’, il gioco è fatto.

Abilitando le notifiche dall’apposita sezione dell’App si potrà essere aggiornati in tempo reale sulle condizioni del traffico locale, ricevendo segnalazioni su blocchi, rallentamenti e incidenti, con l’indicazione di possibili itinerari alternativi. Chiusure al traffico, inconvenienti per manifestazioni e cortei, il tutto viene comunicato nell’immediatezza per dare la possibilità a chi deve spostarsi di pianificare l’itinerario accorciando i tempi di percorrenza e, soprattutto non contribuire a congestionare la viabilità locale.

Sorvegliata speciale anche la SS.16, sempre più in difficoltà negli orari di punta, sarà possibile ricevere informazioni sulla percorribilità e, in caso di traffico intenso, verrà indicata l’uscita più opportuna. Non solo, attraverso Telegram i cittadini sono aggiornati in tempo reale sull’esistenza di un’allerta meteo, su allagamenti ed altre situazioni di pericolo per l’incolumità pubblica.

Per il numero uno della Polizia Locale si tratta di un modo per essere più vicini alla cittadinanza, per aiutare quanti ogni giorno lottano contro gli imprevisti di una grande città per arrivare in orario in ufficio o a prendere i propri figli a scuola. “Inoltre –  aggiunge Palumbo –  in un territorio sempre più sconvolto dai cambiamenti climatici, il canale informativo garantito dall’app può risultare di vitale importanza in caso di emergenze quali alluvioni, smottamenti e, come ci insegnano i recenti episodi che hanno sconvolto l’Albania, in caso di terremoto”.

La gestione dell’applicazione per quanto attiene alla scelta delle informazioni ed alla tempistica, è a cura del Centro Studi e Comunicazione della Polizia Locale di Bari, diretto e coordinato dal Commissario Capo Petroni.

 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

1 COMMENTO

  1. Qualcuno vorrebbe ovviamente che comunicassero in tempo reale anche dove hanno deciso di piazzare i “diabolici” autovelox al telelaser, ma credo che queste notizie, a differenza di altre, i vigili preferiscano tenerle per sé. La trasparenza ha un limite.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here