Cabtutela.it

“In Puglia avremo tre radar meteo, collegati con la rete nazionale di Protezione civile”, lo ha annunciato il consigliere regionale Ruggiero Mennea, presidente del comitato permanente di protezione civile della Regione Puglia,a margine del convegno “Smart Strategy” che si sta svolgendo nel Castello di Barletta e che vede la partecipazione anche di Angelo Borrelli, capo del dipartimento nazionale di Protezione civile. “Il futuro della Protezione civile della Puglia è buono – ha continuato Mennea – stiamo facendo un grande lavoro. Abbiamo investito molto nelle risorse umane e nell’innovazione tecnologica e, adesso, stiamo pianificando una serie di interventi che rafforzeranno l’asse della prevenzione e quello della previsione. Andiamo verso un modello di Protezione civile innovativo, sostenuto da investimenti importanti. Inoltre, ci sarà dose massiccia di informazione nelle scuole pugliesi”.

“La Protezione civile sta andando sempre più un futuro fatto di tecnologia, di prevenzione, di diffusione della conoscenza nella popolazione. E’ un connubio inevitabile, tutti noi viviamo nella tecnologia”, ha detto Angelo Borrelli. “Credo – ha proseguito Borrelli – che con le idee che abbiamo avuto, in materia di pianificazione e allertamento diffuso nella popolazione, stiamo facendo un lavoro che cambierà il sistema di protezione civile. Dobbiamo fare prevenzione, dare ai cittadini la conoscenza esatta del rischio e delle misure da adottare per limitare gli effetti, è la nostra principale attività. Noi andiamo a mitigare quello che tecnicamente si chiama rischio residuo. Il terremoto in Albania è stata una grande prova per il sistema nazionale, una prova corale. Voglio ringraziare la Regione Puglia e la Regione Molise per aver dato supporto di uomini e mezzi, abbiamo dato ottima prova di efficienza”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui