La pm di Bari Iolanda Daniela Chimienti ha chiesto la condanna a 2 anni di reclusione per una maestra 63enne accusata di maltrattamenti su 28 alunni di una scuola dell’infanzia della provincia di Bari. Il processo si sta celebrando con il rito abbreviato dinanzi al gup del Tribunale di Bari Antonella Cafagna. Nella prossima udienza del 10 marzo la parola passerà al difensore dell’imputata, l’avvocato Giuseppe Montebruno. I fatti contestati risalgono al 2018. Stando all’ipotesi accusatoria, l’insegnante avrebbe maltrattato gli alunni della sua classe, tutti di 4 e 5 anni di età, «con ripetuti atti di violenza consistiti in schiaffi e colpi al volto, al capo (in alcune occasioni anche con dei libri) e in altre parti del corpo, strattonamenti, spintoni e tirate d’orecchie», «con reiterate condotte di ingiuria e minaccia», usando «espressioni offensive e intimidatorie», per esempio «se non chiudete la bocca ve le suono», «se ti muovi ti lego». Con tali «condotte mortificanti e umilianti» avrebbe «offeso il decoro e la dignità personale» dei bambini, «ponendoli in uno stato di sofferenza morale e psichica tale da rendere la vita di relazione impossibile». (Ansa)

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here