Cabtutela.it

La Regione Puglia aveva chiesto, ad inizio marzo, al governo di poter assumere 2.539 dipendenti in più, sino a ieri ne sono arrivati negli ospedali 750, circa un quarto, di cui 81 medici e 482 infermieri.

Tra le altre cose, solamente in 32 hanno firmato un contratto a tempo indeterminato, la maggior parte ha accettato un lavoro per pochi mesi. Ad un mese dall’epidemia, quindi, i rinforzi arrivati sono ancora una parte minima di quelli chiesti: anche in questa fase, le Asl continuano ad avere forti difficoltà nel reperire soprattutto i medici, molti rifiutano i contratti a tempo determinato o altre tipologie di incarichi, ad esempio rapporti libero professionali (partita Iva per intenderci).

La Regione Puglia ha aumentato sino a oltre 2.100 i posti letto nelle terapie intensive, malattie infettive e pneumologie ma per attivarli tutti occorre personale.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui