Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

Proseguono senza sosta i controlli anti covid da parte di carabinieri e polizia locale a Molfetta. Sono molte infatti le multe effettuate e tante quelle in arrivo a diversi cittadini che, nonostante i richiami del Sindaco alla responsabilità consapevole e al senso civico, hanno ignorato le norme mettendo a repentaglio la propria e l’altrui salute.

Nello specifico, la polizia locale, coordinata dal comandante Cosimo Aloia, ha individuato un gruppo di giovani senza mascherina ammassati in un locale adibito a luogo di ritrovo. In 17, tutti minorenni, dopo essere stati censiti, hanno dovuto presentarsi nella sede della polizia locale accompagnati dai genitori per la verbalizzazione. Per ciascuno dei minori, così come previsto dall’ultimo decreto, sono state effettuate sanzioni di 400 euro, ridotte a 280 euro nel caso in cui il pagamento venga effettuato nell’arco di cinque giorni. Sono anche in corso accertamenti nei confronti del proprietario del locale.

Controlli analoghi sono in atto anche in queste ore. Nel mirino degli agenti, non solo quanti si fermano nei luoghi all’aperto assumendo comportamenti che violano le disposizioni previste dalle disposizioni anti covid, ma anche nei luoghi di aggregazione improvvisati in locali che non sono in regola con le norme igienico-sanitarie.

Ulteriori controlli saranno effettuati anche su banche, poste e tutti gli uffici che non osservano le norme anti covid in materia di assembramenti e di sanificazione delle tastiere di bancomat e distributori automatici.

“C’è massima attenzione al controllo dei luoghi al chiuso, dove non c’è adeguata aerazione e mancano i requisiti minimi igienico sanitari – ha commentato l’assessore alla polizia locale alla protezione civile – d’altra parte sarebbe un controsenso che consentissimo l’esistenza di circoli improvvisati con decine di ragazzi all’interno a fronte del sacrificio chiesto ai ristoratori di abbassare le serrande. Controlli sono in atto anche per verificare il rispetto delle disposizioni vigenti in materia sanitaria e si intensificheranno nelle prossime ore con massimo impegno e sforzo dei nostri agenti di polizia locale” – ha concluso l’assessore alla polizia locale.

Gli stessi sono impegnati anche in servizi costanti di pattugliamento e controllo della città, nel corso dei quali hanno effettuato due verbali, uno a carico del gestore di un bar, l’altro a carico del gestore di un ristorante- pizzeria, i quali, a monte di trentacinque attività controllate, non rispettavano quanto previsto dalle disposizioni anti covid in vigore. Sanzionate inoltre decine di persone fermate in strada senza mascherina.

“Chiediamo a tutti di essere responsabili  – ha dichiarato il sindaco, Tommaso Minervini – in questo momento storico chi mette in atto azioni in violazione delle regole, uso mascherine e distanziamento sociale e non evita assembramenti è un irresponsabile, un incivile che mette in pericolo la comunità e va severamente punito. Si diffidano i proprietari dei locali di concederli con o senza regolare contratto quali centri di aggregazione di giovani e spesso anche minori. Mai come in questo momento storico la libertà è responsabilità per il proprio bene e per il bene delle persone che si hanno vicino. Non ci piace reprimere ma di fronte a comportamenti spregiudicati abbiamo tutti il dovere di reagire a protezione di tutti” – ha concluso Minervini.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui