Cabtutela.it
acipocket.it

“Proprio ieri abbiamo fatto un’analisi molto dettagliata sui casi per fascia di età e, non vorrei dirlo, ma già dopo una settimana dalla sospensione della didattica in presenza abbiamo visto una lieve flessione dei casi nella fascia di età scolare. Ancora oggi noi pensiamo che quella misura” di sospensione delle lezioni in presenza “sia la più efficace per rallentare immediatamente i contagi, per evitare i contagi intrafamiliare”. Lo ha dichiarato l’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco, intervenendo a RadioBari, in merito all’ordinanza regionale di interruzione della didattica in presenza che il Tar ha sospeso.

“Noi – ha proseguito – sin dall’inizio siamo stati contrari a questa idea di dividere le regioni con un sistema così complicato, tanto valeva fare una misura unica per tutta l’Italia e non perdere tempo a impazzire su indicatori e a fare discussioni. Perché poi, alla fine, questi colori sembrano una pagella mentre indicano un rischio”. E sulle discoteche: “Questa estate il maggiore afflusso turistico, anche in termini di discoteche e spiagge, lo abbiamo avuto nel Salento, eppure il Salento non è la zona della Puglia più in crisi. E’ più in emergenza il nord della regione. L’affollamento nelle discoteche o nelle spiagge non ha una correlazione con quanto sta accadendo adesso ed è frutto di comportamenti individuali e sociali avuti all’inizio dell’autunno”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui