Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

Ventuno storie per provare a raccontare chi saremo, cosa saremo, dopo la pandemia. Si intitola “Futuro anteriore – La vita che verrà in 21 racconto” ed è il nuovo volume edito da Gelsorosso che prova a dare risposta a queste domande attraverso storie, personaggi, situazioni raccontate da diverse scrittrici e scrittori.

Attraverso un mix di stili narrativi, i 21 autori hanno provato ad immaginare la quotidianità, i sogni, i cambiamenti a cui saremo costretti tra poco più di un mese, a partire dal 2021. Il volume, a cura di Michele Marolla, che è anche uno degli autori, raccoglie le storie delle signore del giallo e del noir italiano, Gabriella Genisi e Paola Barbato, con Antonella Capalbi e Caterina Ambrosecchia; e ancora, le firme di giornalisti come Dionisio Ciccarese, Gianni Spinelli, Davive Grittani, Alessandra Colucci, Bepi Costantino, Valentino Losito, Annamaria Minunno e Grazia Rongo. Quest’ultima, ha partecipato alla raccolta con un racconto a fumetti del suo ormai noto personaggio Greis.

Tra gli autori anche il rettore dell’Università di San Marino Corrado Petrocelli, il sociologo Onofrio Romano, il comunicatore Dino Amenduni, gli scrittori Giuseppe Di Pace e Pietro Battipede, il criminologo Domenico Mortellaro, il drammaturgo e regista teatrale Damiano Francesco Nirchio e l’ingegnere-scrittore Giuseppe de Pinto.

Il volume indaga il futuro, sapendo che quest’ultimo ci costringerà al cambiamento delle nostre abitudini, della vita come l’abbiamo sempre intesa. “Per uscire dall’incubo c’è bisogno di proiettarsi oltre, di guardare al futuro, a cosa fare di nuovo, di diverso. È fondamentale progettare la vita che verrà, senza guardare indietro, senza crogiolarsi nel malessere. Si deve sognare, il sogno è una necessità”, sostiene il protagonista del racconto introduttivo.

Il titolo, “Futuro anteriore”, richiama alla mente storie che nascono proiettate in avanti, ma che hanno pesanti retaggi nel passato recente, in un mondo che sta affrontando stravolgimenti imposti da un fattore sfuggente, imponderabile e invisibile. I racconti si dipanano tra inquietudini, solitudini, amori, perversioni, nostalgie, violenza, delitti, ossessioni, ironia, riscatto sociale, informazione e persino il diavolo. Un’immersione nella realtà, che parte dalla vita e approda al sogno. Per alcuni all’incubo successivo.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui