Cabtutela.it
acipocket.it

Il capoluogo pugliese si prepara a un Natale diverso, condizionato inevitabilmente dalle limitazioni Covid. Sarà una festività “triste”, come aveva scritto negli scorsi giorni il sindaco Antonio Decaro. Ma dal centro alle periferie si lavora per rendere le strade più colorate almeno per mantenere inalterata la magia natalizia agli occhi dei più piccoli.

“Non potremo festeggiare nelle strade e nelle piazze della nostra città come siamo abituati a fare. Sicuramente non ci saranno i concerti, gli spettacoli, la grande festa dell’albero, la cioccolata calda all’alba di San Nicola, le processioni, i mercatini sulla muraglia, l’aperitivo con la musica il giorno della vigilia”, spiega Decaro. Annullato anche il tradizionale villaggio di Babbo Natale in piazza Umberto.

L’Amgas ha quasi ultimato l’allestimento delle luminarie nel cuore di Bari a circa un mese dall’apice delle festività (foto anteprima): dalle palme nel primo tratto del lungomare Nazario Sauro sono state agghindate con lunghe luci led, a piazza Diaz fino ai giardini Bonomo. Altre luci sono state posizionate in piazza del Ferrarese e piazza Mercantile oltre al progetto di evidenziare le linee della Muraglia e i varchi d’accesso sottostanti. Seguono gli interventi anche sulle alberature di corso Vittorio Emanuele e i balconi del Comune.

Come già accaduto lo scorso anno, torneranno tra le stradine di Bari vecchia le scritte luminose, finanziate da Amgas, per tracciare un cammino verso la Basilica di San Nicola. In via Vallisa, piazza Chiurlia, strada del Carmine, viale Palazzo di città e l’arco delle Meraviglie con messaggi universali come “amore, amicizia, fratellanza”. In aggiunta sono previste altre installazioni sui palazzi che si affacciano su piazza del Ferrarese, dove anche quest’anno svetterà il grande albero alto 15 metri.

“Pensiamo ai bambini – dice Vanni Marzulli, presidente Amgas -. Qualcuno può ritenere inutile o superflua questa iniziativa durante il periodo Covid, ma lo facciamo per il mondo dell’infanzia”.

Altri interventi natalizi sono previsti anche nei diversi municipi in accordo con i commercianti,  in particolare per le periferie. Ancora top secret i progetti che saranno analizzati nelle prossime ore dai Municipi, in particolare nel secondo – da Poggiofranco a San Pasquale – e al terzo Municipio che interessa l’area urbana dal San Paolo a San Girolamo. “La Direzione sta esaminando le proposte progettuali pervenute. Comunque saranno ammesse solo luminarie, senza spettacoli o eventi”, commenta Smaldone Gianlucio, il presidente del Municipio 2.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui