Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Il sindaco di Acquaviva, Davide Carlucci, dispone ufficialmente la chiusura di mercati e scuole, inoltre non si potrà sostare nei luoghi di aggregazione. E’ quanto dichiarato dallo stesso in seguito ad un post pubblicato questa mattina su Facebook.

La decisione è avvenuta in seguito al consistente incremento dei casi riguardanti la città, che registra un’incidenza di contagi più elevata della media dei comuni circostanti. Proprio ieri, in merito a questo era intervenuto il sindaco con un altro post sulla propria pagina Facebook.

Nello specifico, sarebbero 226 i positivi di cui nove ricoverati, diciassette i negativi, con dieci tamponi ancora non effettuati.

Il post di ieri, accompagnato dai dati, mostrava uno scenario in cui, secondo Carlucci, era necessario “valutare ulteriori restrizioni dell’attività scolastica, delle attività mercatali e nella fruizione degli spazi pubblici”. In rapporto alla popolazione, aveva specificato il sindaco, ad Acquaviva, ci sarebbe, nello specifico, un caso positivo ogni 91 abitanti. Dati a cui fanno eco quelli degli altri paesi limitrofi e non. A Gioia ci sarebbe un caso ogni 271 abitanti, ad Adelfia uno ogni 155, a Sannicandro uno ogni 108, a Cassano uno ogni 105, a Bari uno ogni 104, a Santeramo uno ogni 97.  Infine, Altamura (uno ogni 50), Gravina (uno ogni 62) e Corato (uno ogni 85), sono i paesi che registrano una densità peggiore di quella di Acquaviva.

I dati, di fatto, narrano di una realtà allarmante che, in prossimità delle feste natalizie, in cui si parla di ipotetici allentamenti, non lascia immaginare per il meglio, motivo per cui, secondo Carlucci è necessario agire il prima possibile frenando il più possibile il continuo aumento di casi. Motivo per cui Carlucci, assieme al coordinamento operativo comunale di protezione civile, ha disposto nel dettaglio, la sospensione del mercato dell’abbigliamento mercoledì e contingentare quello della frutta, l’inibizione della possibilità di stazionare nei luoghi pubblici di aggregazione per tutto il giorno, vietando l’accesso anche per il transito di piazza Vittorio Emanuele e piazza Garibaldi e la sospensione inoltre, della frequenza in tutte le scuole di ogni ordine e grado, comprese le materne, fino al 3 dicembre.

“Ci raccomandiamo con tutti, e in particolare con gli anziani, di non uscire se non per motivi strettamente necessari. Facciamo uno sforzo, cerchiamo di attenerci rigorosamente alle misure di prevenzione adesso per poter ripartire con più serenità a dicembre” – ha concluso il sindaco nel post.

(foto Facebook controlli ad Acquaviva)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui