Cabtutela.it
acipocket.it

Aumentano i positivi nella fascia d’età 40 – 49 anni (494 su 46.252 abitanti). Quasi un caso su cinque interessa i cittadini tra 50 – 59 anni (597 su 51.759). I contagi riguardano appena il 3,5% dei bambini 0-9 anni (113 su 23.122). E dallo scorso 6 novembre, data del coprifuoco nella zona arancione con relativa chiusura di bar e pub, si registra un rallentamento significativo dei nuovi positivi per la fascia 30-39 anni (416 su 35.447 abitanti al 12,9%).

La curva epidemiologica elaborata dal Comune di Bari consente di ripercorrere la seconda ondata Covid al termine della stagione estiva (grafico in basso): dal primo picco del 20 ottobre verso quota mille casi, al balzo del 2 novembre con 206 casi registrati in 24 ore nel Barese, fino al monitoraggio Asl del 23 novembre: 3.398 persone in isolamento domiciliare, di cui 3.191 affetti da coronavirus. Tutti i dati sono riferiti esclusivamente ai casi di isolamento domiciliare e sono al netto dei ricoveri ospedalieri.

In Puglia, oggi 25 dicembre, su 9.988 test Covid sono stati registrati 1.511 casi positivi: 553 in provincia di Bari, 156 in provincia di Brindisi, 195 nella provincia BAT, 308 in provincia di Foggia, 104 in provincia di Lecce, 184 in provincia di Taranto, 8 residenti fuori regione, 3 casi di residenza non nota.

Sono stati registrati 30 decessi: 7 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 2 in provincia Bat, 8 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 742.930 test. Sono 12.192 i pazienti guariti e  34.071 i casi attualmente positivi.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui