aqp.it
ferrovieappulolucane.it
amgasbarisrl.it

«Questo è un momento importante per tutta l’Europa, perché oggi si parte praticamente contemporaneamente in tutti paesi europei, in tutta Italia e in tutte le province pugliesi. Questo vaccino ha un significato diverso da tanti altri. Speriamo che questo sia l’inizio della fine del coronavirus, ma la strada da percorrere è ancora lunga». Lo ha detto l’assessore alla Salute della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco, in occasione della campagna vaccinale Covid.

«Non dimentichiamo che prevenire l’infezione dipende esclusivamente da noi, dobbiamo fare attenzione, essere prudenti e rispettare quelle poche regole che stiamo ripetendo da mesi – ha detto Lopalco – . Fino a che non avremo messo in sicurezza tutte le persone deboli che devono essere vaccinate, ciascuno di noi deve fare la sua parte, dobbiamo impedire al virus soprattutto questo inverno di riprendere forza. Dobbiamo farlo ciascuno nel proprio ambito perché il vaccino non ci farà vedere gli effetti da subito ci vorranno dei mesi per vedere gli effetti della vaccinazione. In ogni caso godiamoci questa giornata, perché credo che sia davvero una giornata storica».

«Fino a ieri erano già 50 mila le adesioni alla vaccinazione Covid da parte del personale sanitario. Io penso che chiunque abbia capito l’importanza di questa vaccinazione. Ora dovremmo noi spiegare bene questo vaccino come funziona, quanto sia efficace e quanto sia sicuro. Quando si spiega bene alla gente come funziona un farmaco, viene accettato. Io oggi non l’ho voluto fare perché troppo impegnato nell’organizzazione, ma sarò il primo a vaccinarmi quando inizierà la campagna vaccinale» ha detto Lopalco, spiegando che «oggi è solo una giornata dimostrativa con le prime 505 dosi. Le altre dosi arriveranno nei prossimi giorni e subito cominceremo la campagna».

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui