Cabtutela.it
acipocket.it

«Sono emozionatissima e orgogliosa di essere testimone di un progresso scientifico importantissimo, forse uno dei più grandi della nostra storia». Lo ha detto Lucilla Crudele, medico specializzando del Policlinico di Bari, che per seconda ha ricevuto il vaccino anti Covid in Puglia.

«Mi sento grata a chi ha preparato il vaccino – ha sottolineato – è importante perché noi medici in questo modo potremo avvicinarci di nuovo ai pazienti con tranquillità, senza la paura del contagio e nello stesso tempo i pazienti potranno diminuire sempre più. Potremo tornare alle nostre vite prima della pandemia». Lucilla definisce la sua esperienza nel pronto soccorso come «dura, soprattutto per la portata emotiva, oltre allo stress fisico, nel vedere pazienti per i quali non riuscivamo a fare abbastanza». «È quello per cui ci preparano e studiamo – evidenzia – ma non me lo aspettavo in maniera così travolgente. Ecco perché è ancora più bello essere qui oggi». A chi ha dubbi sul vaccino, la dottoressa dice che «non c’è da essere scettici quando si tratta della salute nostra e soprattutto dei più fragili che non potranno fare il vaccino e saranno protetti invece dalla nostra vaccinazione». «Quindi – conclude – dobbiamo farlo per noi ma soprattutto per le persone fragili. Così come è importante portare una mascherina, oggi è importante fare il vaccino».


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui