Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Meteo instabile in Italia nel giorno dell’Epifania. Previste infatti piogge, temporali e nevicate soprattutto al Centro Sud. In particolare, a partire dalla giornata di domani, nello specifico mercoledì, il maltempo tornerà a colpire ancora il Centro Nord, con residui fenomeni.

Tra le cause del maltempo di questi giorni vi è infatti un’ampia circolazione ciclonica fredda di origine artica presente in tutta l’Europa. Quest’ultima da origine a due aree di bassa pressione, la prima, già in azione negli scorsi giorni, la seconda, prevista nelle prossime ore e nel giorno dell’epifania. Anche la Puglia non sarà risparmiata, previste infatti correnti molto fredde con continuo rinnovamento di bassa pressione, il quale, spiegano gli esperti, trova la sua massima espressione a causa dei continui contrasti termici con il Mediterraneo.

“Il maltempo colpirà a più riprese – spiega all’Ansa il meteorologo di 3bmeteo.com, Edoardo Ferrara – Avremo tempo instabile e a tratti perturbato almeno fino al 15 gennaio, in quanto l’alta pressione non riuscirà ad imporsi sull’Italia”.

Piogge, neve e temporali, dunque non lasceranno libera l’Italia neanche nel giorno dell’epifania. Per domani il tempo, in particolare, sarà instabile soprattutto al centro sud, con neve in appenninno oltre i 500/1000 metri di altezza. Previsti inoltre residui fenomeni al nordest con neve a quote collinari e nevicate su entroterra ligure a quote quasi di pianura. Nonostante l’ondata di maltempo, le temperature registrate al Nord, conclude Ferrara, “Non sono più basse della media e rientrano nei valori stagionali, mentre al Sud sono leggermente superiori. Va sottolineato che per ora sono mancate le ondate di gelo, anche se su Alpi ed Appennini non si vedeva tanta neve da una decina di anni”. (foto meteOne Puglia Basilicata)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui