Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

Ristrutturazione di alcuni degli ambienti e attivazione di servizi ad alta intensità di cure: sono alcuni degli interventi nei quali è impegnata la direzione strategica della Asl di Bari per migliorare l’offerta sanitaria dell’ospedale di Molfetta. In programma e in itinere ci sono diversi interventi, a partire dall’attivazione di quattro posti letto di Rianimazione, secondo i nuovi standard per le terapie intensive previsti nel decreto Rilancio. Negli scorsi giorni si è svolto il sopralluogo tecnico per verificare l’idoneità dei locali e i necessari lavori da realizzare, in base al progetto esecutivo già consegnato dai professionisti incaricati.

L’attivazione della Rianimazione rientra nel potenziamento in chiave Covid, ma non solo, del “Don Tonino Bello”, un presidio che negli ultimi mesi ha potuto contare sull’allestimento di 10 posti letto tecnici nella cosiddetta “area grigia” per accogliere e gestire casi sospetti Covid in transito dal Pronto Soccorso. In arrivo, dal mese di marzo, anche il potenziamento dell’attività di chirurgia generale in elezione: in agenda 3 sedute operatorie aggiuntive a settimana, con un anestesista dedicato.

Dal punto di vista strutturale, inoltre, l’Area tecnica della Asl di Bari sta procedendo alla sostituzione degli infissi della Dialisi ed è in fase di progettazione esecutiva quella di tutti gli infissi dell’Ospedale. Per rinnovare la Dialisi, infine, è stato affidato il progetto di ristrutturazione per un costo stimato di circa 800mila euro, per il quale si sta individuando un finanziamento specifico.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui