Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Ricca di antiossidanti e vitamine, parliamo della salvia, dalle incredibili virtù salutari. Il suo nome parla chiaro, salvia deriva da salvus che significa “Sano”. Già in tempi antichi le foglie della salvia venivano infatti utilizzate per curare diverse patologie. Le foglie, oltre a contenere preziosi antiossidanti, tra cui flavonoidi, apigenolo e luteolo, contengono anche vitamine, acido caffeico e rosmanirico ed enzimi.

Un utilizzo ben ponderato della salvia, perché, ricordiamo, un consumo eccessivo potrebbe divenire neurotossico ad alte dosi a causa dell’olio essenziale con una’alta percentuale di chetoni, può essere fonte preziosa di benefici per l’organismo. Tra questi citiamo indubbiamente quelli che riguardano la risoluzione di disturbi digestivi. La salvia risulta essere ottima contro atonia gastrica, nausea, vomito e diarrea, ma non solo.

Il consumo di salvia allevia disturbi come nevrosi, depressione e neuroastenia grazie alla sua azione tonica. In particolare la salvia è capace di agire sui disturbi ad essi legati, come ad esempio tremori e vertigini. Inoltre, stando ad uno studio del medico Leclerc, la salvia risulta essere un rimedio efficace nella regolarizzazione del flusso mestruale, attenuandone i dolori. Infine, il consumo di salvia risulta essere un toccasana anche per i disturbi legati alla menopausa. Secondo alcuni studi, inoltre, la salvia è utile nella riduzione della glicemia fungendo da potenziale rimedio per i diabetici. Fattore quest’ultimo, ancora oggetto di studio però da parte dei medici. Utilizzata soprattutto come infuso, la salvia risulta essere gustosa anche nelle pietanze salate e dolci. Ecco qui alcune ricette semplici e gustose per portarla in tavola senza rinunciare ai benefici.

SPAGHETTI LIMONE E SALVIA

Mettete a bollire l’acqua per gli spaghetti. Nel frattempo, mettete a soffriggere, a fuoco molto lento, un cucchiaio di olio extra vergine di oliva in una padella con dell’aglio. Successivamente aggiungete il succo di un limone e la scorza di mezzo limone che avrete precedentemente tagliato a striscioline molto piccole. Aggiungete successivamente la salvia (basteranno una decina di foglie ben lavate). Lasciate rosolare per qualche minuto. Non appena pronti gli spaghetti saltate il tutto in padella, consigliamo l’aggiunta di pangrattato e spezie, tra cui pepe e paprika dolce.

SALVIA FRITTA

Ottima come antipasto sfizioso, da servire anche con creme, ecco una ricetta semplice e veloce da proporre anche ai più piccoli. Lavate per bene le foglie di salvia (la quantità dipende dalle vostre necessità, consigliamo almeno una trentina). Dopo esservi assicurati di averle anche asciugate, a parte sbattete un uovo con del formaggio romano. Immergete le foglie, lasciando che assorbano il liquido, successivamente passatele nel pangrattato impanando per bene. Dopo di che, immergetele in una pentola con dell’olio bollente e lasciatele cuocere fino a quando non avranno raggiunto una colorazione dorata. Anche in questo caso, potete aggiungere a fine cottura, quando le avete appena estratte dalla pentola, delle spezie. Consigliamo paprika forte e curry, ma anche aglio in polvere se di vostro gradimento. Lasciatele asciugare e servitele dopo averle salate leggermente.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui