Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

Ieri, i poliziotti della Squadra Mobile di Bari, in due distinti servizi di Polizia Giudiziaria, hanno tratto arrestato un 27enne, pregiudicato e sorvegliato speciale di pubblica sicurezza e ed un 42enne, incensurato. La prima attività è avvenuta nel quartiere Japigia dove i poliziotti hanno sorpreso un 27enne, noto alle Forze dell’Ordine, mentre si intratteneva con altri pregiudicati; il giovane, già sottoposto alla Misura della Sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza, consapevole delle prescrizioni imposte, tra cui il divieto di intrattenersi con altri pregiudicati, alla vista degli agenti della Sezione Contrasto al Crimine Diffuso della Squadra Mobile, ha cercato immediatamente di eludere il controllo di Polizia, argomentando la sua presenza con motivi pretestuosi. Durante le fasi del controllo, il pregiudicato ha iniziato ad inveire fisicamente e minacciare i poliziotti della Sezione “Falchi” e, condotto in Questura per le incombenze di rito, è stato dichiarato in arresto per resistenza, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, nonché per la violazione alle prescrizioni della sorveglianza cui era sottoposto.

La seconda attività di Polizia Giudiziaria è avvenuta nel quartiere Stanic, dove gli agenti della Sezione “Falchi”, hanno eseguito una perquisizione in un box situato all’interno di un rimessaggio, ove era stata segnalata una probabile attività di confezionamento di sostanze stupefacenti. La perquisizione ha consentito di rivenire e sequestrare circa 100 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, in parte già suddivisa in dosi, circa 200 grammi di sostanza da taglio, svariato materiale utile al confezionamento e un bilancino di precisione, tutto ben occultato in un vano.  Il proprietario del box è stato pertanto tratto in arresto per detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio e sottoposto a detenzione domiciliare a disposizione dell’A.G. procedente.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui