Cabtutela.it
acipocket.it

Ricchi di sali minerali e vitamine, parliamo dei fioroni, frutto che si ottiene da gemme dell’autunno che maturano a fine primavera o a inizio estate, ricco di proprietà benefiche per l’organismo.

Dal gusto dolce e intenso questo frutto che colora le campagne pugliesi soprattutto nel periodo estivo, se consumato con moderazione, è capace di apportare notevoli benefici alla salute. Questo è possibile grazie alla presenza di sali minerali, tra questi potassio, magnesio, ferro, sodio, calcio, ma anche fosforo, rame, zinco, selenio e manganese, ma non solo. I fioroni sono infatti ricchi di vitamine del gruppo A, B, C, E, J, PP, beta-carotene e ancora omega 3 e 6, Luteina e amminoacidi. Tra questi, in particolare, non si possono non citare l’acido aspartico, l’arginina e il triptofano. Tutti elementi essenziali capaci di apportare proprietà terapeutiche.

I fioroni, nonostante per alcuni risultino pesanti, sono in realtà di veri e propri digestivi. Nelle gemme fresche di fico infatti sono contenuti degli enzimi che regolano la motilità e la secrezione gastroduodenale, con la presenza inoltre, grazie a mucillagini e furocumarine, di proprietà antinfiammatorie sulle mucose. Il loro consumo infatti è altamente consigliato nella terapie delle ulcere, ma anche negli stati di sonnolenza e di spossatezza e di distonie neurodegenerative. I fioroni, inoltre, sono dei veri e propri mineralizzanti risultando alleati delle ossa e dei denti. Gli esperti consigliano il consumo di questo frutto soprattutto nelle fasi di sviluppo e, inoltre, nei casi di persone anemiche. Ma non solo.

I fioroni, grazie alla presenza di polifenoli, sono infatti alleati del cuore. Questo anche grazie alla scarsa presenza di grassi saturi. Inoltre, sono “compagni fedeli” della salute degli occhi e hanno, infine, un’azione benefica sulle infezioni stimolando le difese immunitarie e aiutando a contrastare i tumori, soprattutto quelli al seno e al colon. I più anziani, utilizzano inoltre i fichi come decotto per calmare la tosse. Insomma, si tratta di un frutto ricco di proprietà che non può assolutamente mancare in tavola. Ecco due ricette semplici e veloci per gustarlo anche in versione “salata”.

INSALATA DI FIORONI CON UOVA, MENTA E SPINACI

Preparate a parte una miscela di sale, olio e aceto, aggiungendo anche della menta tritata. In acqua bollente mettete a cuocere delle uova , almeno 4, facendo in modo che siano sode. In un altro pentolino mettete invece a cuocere 300 grammi circa di spinaci. Una volta pronti fateli raffreddare. Intanto sbucciate i fioroni e tagliateli a dadini. Inserite questi ultimi in una ciotola, aggiungete poi le uova sode tagliate a pezzettini, gli spinaci e, infine, la miscela che avete preparato precedentemente. Se di vostro gradimento potrete aggiungere anche della maionese e della feta aromatizzata tagliata a cubetti.

ANTIPASTO CON FIORONI, ARACHIDI E PROSCIUTTO CRUDO

Una volta che avrete lavato per bene i fioroni (almeno 8) divideteli a metà e posateli su una teglia da forno. A parte frullate in un mixer da cucina della Philadelphia light con 100 grammi di arachidi. Una volta pronta spalmate la crema sui fioroni e aggiungete una fetta di prosciutto crudo su ogni pezzo. Versate un filo di olio e, se di vostro gradimento, dell’origano. Lasciate in frigo per almeno una mezz’oretta. Se preferite potete utilizzare al posto del prosciutto crudo il salmone.

Foto Pxhere


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui