Cabtutela.it
acipocket.it

“Non si può restare indifferenti dopo aver letto delle modalità con cui si è proceduto all’espletamento delle prove concorsuali  dell’Arpal Puglia. In  tanti hanno segnalato la banca dati non pubblicata; la presenza di materie non contemplate nel bando di gara (logica, informatica e inglese) e l’assenza delle materie specifiche di diritto previste dal bando; codice a barre aventi la medesima stringa alfanumerica identificativa e univoca su quali sono state sollevate perplessità sulle modalità di riconoscimento. Per non parlare poi di alcune delle domande dei test preselettvi che, come letto sulla stampa, andavano dai doppiatori di Toy Story all’attore che interpreta Don Matteo. Per fare la massima chiarezza su queste segnalazioni ho chiesto di audire in VI Commissione Lavoro e Formazione  il Direttore Generale dell’Arpal Massimo Cassano e l’Assessore alla Formazione e Lavoro Sebastiano Leo”. È quanto annuncia la consigliera del M5S Antonella Laricchia.

“Abbiamo letto – continua Laricchia – che per il direttore generale dell’Arpal Massimo Cassano va tutto bene e le domande attinenti ai profili per cui ci si è candidati saranno fatte nelle prove successive. Peccato che chi non ha mai visto Toy Story rischia di non accedere alla prova selettiva, pur possedendo magari le competenze richieste per i profili a cui ci si è candidati. Oltre a questo sono diverse le incongruenze registrate: ad esempio il fatto che ogni commissione – continua – abbia deciso in maniera autonoma se prevedere accanto al test composto da 30 domande ulteriori domande di riserva  Molti hanno chiesto alla commissione la verbalizzazione delle incongruenze rilevate, e anche qui si è proceduto in maniera diversa da commissione a commissione: ad alcuni questa possibilità è stata concessa, ad altri negata. Parliamo di assunzioni per un servizio pubblico strategico, per cui serve la massima chiarezza. Per questo voglio sapere cosa intenda fare la Regione dopo tutte le segnalazioni arrivate. Non si può far finta finta che vada tutto bene”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui