Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

In Italia, nel 2020, sono state rubate tre moto all’ora. La Puglia, assieme a Campania, Lazio, Sicilia, Lombardia e Toscana, è tra le regioni con furti concentrati all’80%. I dati emergono dall’ultimo Dossier sui furti motoveicoli 2020 effettuato da Lojack. Dal dossier, in particolare, emerge che in Italia spariscono letteralmente 70 mezzi al giorno, per un totale di 25.273 esemplari all’anno.

Di questi, solo il 36%, ovvero 9.336 sono stati ritrovati. Ci sono alcuni modelli preferiti dai ladri, tra questi lo scooter Honda SH seguito poi dal Piaggio Liberty e dalla Vespa. Entrando nel dettaglio delle regioni in cui il fenomeno del furto risulta maggiormente concentrato, la Puglia si piazza all’ultimo posto tra le sei regioni con 1272 furti. In Campania, al primo posto, ci sono invece 5.896 furti, Lazio 4.349, Sicilia 4.251, Lombardia 3.083 e infine Toscana 1.564.

In queste aree, la possibilità di poter ritrovare il proprio mezzo è al di sotto della media nazionale, già bassa. In Campania, in particolare, solo una moto su cinque viene ritrovata. Le Forze dell’Ordine parlano di una maggiore professionalizzazione del fenomeno in quelle aree. Non si tratta infatti di ladri o bande improvvisate, ma di intere reti che operano con minuziosa efficienza con l’obiettivo di alimentare, tra le altre cose, anche il mercato internazionale dei pezzi di ricambio.

Nella top ten dei veicoli a due ruote più rubati, nelle prime tre posizioni si piazzano, come già detto, l’Honda Sh con 6.887 casi nel 2020, poi il Piaggio Liberty (2.094 furti sempre nel 2020), seguito dalla Vespa (1.844), dallo Scarabeo (1.726), dal Beverly (937), e dello Yamaha T-Max (513). Meno di 400 furti l’anno all’anno, invece per i modelli Agility, People, Ape e Majesty.

“La pandemia ha solo rallentato il trend dei furti di motoveicoli, una piaga sociale che vede l’Italia ai primi posti a livello europeo – ha spiegato Maurizio Iperti, di LoJack Italia – a seconda di dove avvengano i furti, le moto hanno destini diversi: a Napoli i furti avvengono soprattutto per compiere altri reati o per essere rivenduti. Nel Nord Italia le moto vengono rivendute intere o a pezzi mentre al Centro finiscono soprattutto nel mercato internazionale, dirette verso i Paesi dell’Est. Al Sud i furti avvengono per la maggior parte in modo tradizionale, tramite effrazione” – ha concluso.

Esistono una serie di accorgimenti per poter scongiurare la possibilità che il proprio veicolo venga rubato. Tra questi parcheggiare il proprio veicolo in luoghi illuminati o zone trafficate, preferire un parcheggio distante dalla strada, usare un antifurto meccanico facendo inoltre in modo che quest’ultimo sia sospeso dal piano stradale (per rendere più difficili le azioni effettuate dai ladri con il tronchese). Inoltre, tra i consigli, vi è senza dubbio quello di installare un allarme sonoro per attirare l’attenzione di passanti, inserire un sistema di localizzazione per consentire alle Forze dell’Ordine di rintracciare rapidamente il veicolo e, infine, usare un telo per coprire la moto per non renderla facilmente riconoscibile.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui