Brooklyn di John Crowley – Recensione

1395

Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=RDKVCyL-knU[/youtube]

\r\n

Dal 17 marzo è nelle sale italiane Brooklyn di John Crowley, una delle sorprese degli Oscar 2016, durante i quali ha collezionato una serie di prestigiose nomination qual Miglior sceneggiatura non originale allo scrittore Nick Hornby e Miglior attrice protagonista alla giovane e bravissima Saoirse Ronan (il cui talento è già stato riconosciuto nel 2007 con la candidatura a Miglior Attrice non protagonista per Espiazione di Joe Wright) e Miglior film.

\r\n

Brooklyn è la storia di Eilis Lacey (Saoirse Ronan) che lascia casa per inseguire il sogno di una vita migliore a New York. La ragazza viene dalla verde Irlanda e, come tanti e tante prima di lei, fugge da un’Europa impoverita dalle guerre per la ricca e promettente America, patria indiscussa delle opportunità.

\r\n

John Crowley ci racconta un paradigma di viaggio e di scoperta di sé attraverso gli occhi di una giovane sensibile e capace, onesta e intraprendente, bella, in buona salute e di sani principi: la migrante perfetta per un’America che dà a tutti coloro che sanno prendere.

\r\n

Le tinte con cui è dipinto il quadro della vita di Eilis cambiano sul suo volto e nel suo ambiente a seconda del grado di consapevolezza che la ragazza conquista: da un’esistenza grigia e sciatta nella propria patria ai rossetti e alle acconciature chic della New York degli anni Cinquanta per poi tornare in patria nel rimpianto di colori autentici e di lande solitarie.

\r\n

La separazione dai propri affetti è raccontata dal regista e dall’interpretazione della protagonista in maniera universale, descrivendo un percorso di maturazione umana comune a tutti quelli che, per un motivo o per un altro, sono costretti a lasciare la propria casa. Si è pronti davvero a iniziare da zero in un posto senza ricordi e senza certezze o si tornerà dove si è nati, come se ogni tentativo di cambiamento fosse solo un’assurda fantasia?

\r\n

Brooklyn dà a queste domande la sua risposta con una narrativa che, incredibilmente, non scivola mai nella retorica. Un applauso alla regia che è riuscita a parlare di uno stereotipo senza perdere di credibilità e che ha creato un legame di empatia tra lo spettatore e la protagonista che riesce a tenere alta l’attenzione e il coinvolgimento in un crescendo esponenziale per tutta la durata del film.

\r\n

La storia d’amore centrale nella narrazione merita una nota a parte: la semplicità e la purezza dei due protagonisti sa di un’altra epoca, per noi ormai diventata esotica, ma che ricorda tanto i racconti dei nostri nonni.

\r\n

Brooklyn parla di un’altra generazione, ricordandoci però che il senso della casa, dell’amore e della felicità sono urgenze che l’uomo ha sempre dovuto affrontare, tanto allora quanto adesso.

\r\n

[table sort=”desc”]\r\nTitolo,Brooklyn\r\nRegia,John Crowley\r\nSceneggiatura,Nick Hornby\r\nCast,Saoirse Ronan – Hugh Gormley – Brid Brennan – Maeve McGrath – Emma Lowe – Barbara Drennan – Gillian McCarthy – Fiona Glascott – Eileen O’Higgins\r\nGenere,Drammatico – Romantico\r\nDurata,111 minuti\r\nData di Uscita,17 marzo 2016\r\n[/table]

ULTIME RECENSIONI

Cinema, Sergio Rubini in concorso per la Palma d’oro a Cannes: “Amo i film...

“I film per lo più oggi sono prodotti, prodotti da banco per le piattaforme, per me è una mazzata terribile. Anche per motivi anagrafici...
Industriali

Bari, dopo 7 mesi riapre il cinema Galleria: distanziamento e obbligo mascherine

Dopo sette mesi di chiusura, a causa dell’emergenza sanitaria, giovedì 20 maggio riapre il Multicinema Galleria di Bari, con la consueta programmazione, all’interno delle sue sette sale....

David di Donatello a Checco Zalone per la migliore canzone. Sophia Loren migliore attrice...

Protagonista la Puglia nei David di Donatello. Premio per la migliore canzone originale a Checco Zalone per "Immigrato" nel film "Tolo Tolo". Se lo...

Anche un attore barese nel film di Ridley Scott “House of Gucci”: “Un onore...

Dai primi giorni di marzo in Italia la Scott Free Production, del regista Ridley Scott e Giannina Scott, sta girando il film “House of...

“Si vive una volta sola”: Carlo Verdone presenta il suo ultimo film, girato interamente...

Nove settimane di lavorazione nella calda estate 2019, in cui sono state coinvolte diverse località del Salento (Otranto, Castro, Diso, Santa Cesarea Terme, Melendugno,...

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui