BARI – Cumuli di immondizia, vestiti stesi su fili legati ai pali della luce, assenza di condizioni igieniche. Da settimane in largo Pacha, a pochi metri dalle piscine comunali, si è insediato un campo rom abusivo.

\r\n

Protestano i residenti e l’associazione Sos Città. “A noi  – denunciano Danilo Cancellaro, presidente dell’associazione, e Dino Tartarino, ex presidente della circoscrizione Libertà – si sono rivolti i numerosi residenti in quella zona, ma anche cittadini preoccupati della brutta immagine di Bari che offriamo ai numerosi turisti che utilizzano quella strada per raggiungere il porto, una brutta cartolina di una città ormai allo sbando totale”. I residenti chiedono lo sgombero del campo rom, così come avvenne alcuni anni fa per quello di San Girolamo.  “Durante il mio mandato da presidente della circoscrizione – ricorda Tartarino, oggi vicepresidente dell’associazione Sos Città – abbiamo già affrontato e risolto il problema degli insediamenti rom, all’epoca a ridosso del ponte di via Napoli con l’allora sindaco Michele Emiliano. Oggi purtroppo ci tocca constatare l’assoluta indifferenza oltre che incapacità di questa amministrazione, nel risolvere una situazione già ampiamente nota e denunciata nelle settimane passate”.

\r\n

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here