BARI – Le domande dei giovani attori baresi hanno trovato risposta durante l’incontro organizzato il 6 aprile al Margherita, nell’ambito del Bif&st. A partecipare all’evento i casting director Laura Muccino, sorella del famoso regista, e Francesco Vedovato reduce dell’ultimo successo di Lo chiamavano Jeeg Robot  di Gabriele Mainetti insieme a Barbara Giordani e Beatrice Kruger.

\r\n

Sono stati affrontati temi molto cari a chi decide di intraprendere la difficile strada della recitazione professionista, ovvero come comportarsi durante i provini, quali criteri adottare nella scelta della propria agenzia e che importanza dare al proprio percorso di studi rispetto al proprio talento naturale. Preziosi i consigli di chi lavora nel campo della selezione dei cast artistici per produzioni internazionali, puntuali nelle indicazioni e precisi nella descrizione delle esigenze che un regista o un produttore mettono in campo nella realizzazione di un nuovo progetto cinematografico.

\r\n

Al giovane attore è consigliato di affidarsi a un’agenzia in grado di garantire il suo interesse e di non farsi scoraggiare dalla mancanza di occasioni e di tentare la sorte con tenacia e intraprendenza inviando i propri self tape (i provini autoprodotti, che permettono di abbattere le distanze e la mancanza di mezzi economici) ai casting director dei progetti a cui si vuole partecipare.

\r\n

Un vedemecum che sicuramente i giovani talenti nostrani terranno bene a mente quando si ritroveranno a redigere il proprio curriculum vitae o a montare il proprio showreel:  si conferma ancora una volta il ruolo fondamentale del festival del cinema barese nell’avvicinare i grandi professionisti del cinema a Bari e agli artisti che ci vivono.

\r\n

Data la crescente importanza della Puglia come set di alcune delle produzioni internazionali più importanti (ricordiamo che in questi giorni Gal Gadot alias Wonder Woman è a Locorotondo per girare alcune scene), diventa sempre più urgente che le maestranze artistiche pugliesi siano aggiornate sui moderni sistemi di reclutamento.

\r\n

Un consiglio su tutti ha reso prezioso l’incontro al Margherita: valorizzare la propria individualità e mettere in mostra i punti di forza e il talento e, prima o poi, sarà possibile realizzare il proprio sogno.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here