Cabtutela.it
acipocket.it

I pugliesi si sono schierati in maniera plebiscitaria contro le trivelle nel referendum ma l’amore per il mare e le energie rinnovabili del popolo no-triv non è bastato. E così il premier Matteo Renzi, pronunciatosi insieme a ministri e maggioranza Pd per l’astensione, festeggia e attacca il governatore Michele Emiliano con inusitata durezza: “La demagogia non paga”. Eppure il presidente della Regione Puglia non ha fatto altro che fare notare come gli elettori italiani andati nei seggi configurino lo stesso numero di elettori che ha trasformato il risultato delle ultime europee del Pd nel più importante della storia della sinistra.

\r\n

Il voto pugliese, nonostante la prima domenica davvero balneabile, è stato incoraggiante (oltre il 42% di elettori ai seggi) mentre nel resto del paese ha pesato la modesta campagna di informazione, unita al silenzio attivo degli astensionisti. Da qui l’esultanza di Renzi: “L’Italia ha parlato. Si tratta di un risultato netto, chiaro, oltre le previsioni”. Poi l’affondo contro i sostenitori del sì, Emiliano in primis: “Ci sono stati personaggi che si sono chiusi nei talk show e hanno preso in ostaggio i social, dicendo di tutto. Ancora una volta una parte di classe dirigente si è dimostrata autoreferenziale. Vive su Facebook e su Twitter. Mentre ignora che l’Italia è molto più grande ed è molto più avanti: in grado di comprendere la portata di un quesito referendario”.

\r\n

La replica di Emiliano è stata puntuta: “Il presidente del consiglio non se la può cavare parlando di ragioni personali. Io ho fatto mestieri anche di una certa complessità e non ho mai agito per ragioni personali, ma solo per ragioni istituzionali. Non consento a nessuno, neanche a lui di trasformare una battaglia di civiltà come quella che abbiamo condotto, di trasformarla in una vicenda ipocrita. E’ inaccettabile”. Infine lo sguardo interno alle future dinamiche del partito democratico: “Renzi non è mai venuto a sostenermi neppure in campagna elettorale (alle regionali ndr). Evidentemente aveva un lungo progetto su di me”.

\r\n

Le ragioni dei pugliesi a difesa del mare e contro il prolungamento scriteriato delle concessioni petrolifere a ridosso della costa sono consolidate simbolicamente dal voto referendario. Dare valore politico a questa espressione di sovranità popolare sarà l’ardua missione di Emiliano, sempre più competitor nazionale del premier Renzi. Con l’incognita che il derby governatore-segretario del Pd possa penalizzare il territorio, inserito nella black list di Palazzo Chigi…

\r\n

@waldganger2000


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui