Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Domani, venerdì 22 aprile, alle ore 11, presso l’auditorium della scuola media “T. Fiore”, si terrà l’iniziativa “Segni di legalità”, durante il quale circa 300 studenti incontreranno Daniela Marcone, vicepresidente dell’associazione “Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” e figlia di Francesco Marcone, ex direttore dell’ufficio del registro di Foggia, ucciso il 31 marzo ‘95 al rientro dal lavoro, nel portone della sua abitazione, dopo aver denunciato il sistema corrotto di una parte dell’imprenditoria foggiana.\r\n\r\nL’incontro, che rientra nelle attività organizzate dal centro di documentazione per la legalità e la nonviolenza “Antonino Caponnetto” di Bari, offrirà ai ragazzi un’occasione per confrontarsi e discutere sui temi pregnanti dei percorsi di legalità.\r\n\r\nNel corso dell’iniziativa sarà anche presentato il libro-fumetto “Segni di legalità”, prodotto dal centro “Antonino Caponnetto” e realizzato da cinquanta ragazzi del Liceo artistico “De Nittis” e della scuola “T. Fiore” di Bari al termine di un laboratorio di fumetti condotto dall’illustratore Remo Fuiano, che ha raccontato la storia di Francesco Marcone nel graphic novel “Colpevole di onestà: Francesco Marcone”.\r\n\r\nAll’incontro di domani interverranno il presidente del Municipio II Andrea Dammacco, la preside della scuola “T. Fiore” Licia Positò, la responsabile della casa editrice La Meridiana Elvira Zaccagnino, la presidentessa della cooperativa sociale “Il Nuovo Fantarca” (gestore del centro “Caponnetto”) Rosa Ferro e Remo Fuiano.\r\n\r\nSu www.centrocaponnettobari.it tutte le informazioni sulle attività, i materiali e gli eventi del centro “Caponnetto”, il primo archivio della città di Bari dedicato alla conoscenza e all’approfondimento di percorsi articolati sull’educazione alla legalità e alla giustizia.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui