lapugliativaccina.regione.puglia.it

“Bari è la quinta provincia italiana per numero di fatture elettroniche transitate attraverso il servizio gratuito della rete camerale italiana al 16 febbraio 2016. Credo non ci possa essere manifestazione più concreta del contributo dato dal nostro ente e dalle camere di commercio italiane alla innovazione digitale della pubblica amministrazione. Abbiamo fatto rete, anche dal punto di vista informatico, prima dell’avvento di internet. Ricordarlo, nell’operatività del nostro quotidiano e dei servizi offerti all’utenza, è il modo migliore per festeggiare l’internet day”.\r\n\r\nCosì il presidente della Camera di commercio di Bari e di Unioncamere Puglia Alessandro Ambrosi commenta la ricorrenza nazionale della prima connessione a Internet, che si celebra domani, ed avvenuta il 30 aprile del 1986, con un segnale, partito dal Centro universitario per il calcolo elettronico (CNUCE) di Pisa e  arrivato alla stazione di Roaring Creek, in Pennsylvania.\r\n\r\n”Internet – continua Ambrosi – ha cambiato la società italiana e dato una forte spinta alle “sorti progressive” dell’economia e di alcuni suoi strumenti strategici: il Registro delle Imprese, la firma digitale, la comunicazione unica e la fattura digitale. Perché in Italia, grazie alle Camere di Commercio, c’è stato internet prima di internet. Nel 1974 a Padova Mario Volpato, presidente della Camera di Commercio nonché professore di Calcolo all’Università, ebbe l’idea di mettere in rete telematica  tutti i registri cartacei delle camere di commercio venete. Un’innovazione che sarebbe stata mutuata da altri enti camerali in Italia, una vera e propria rivoluzione che avrebbe condotto al Registro delle Imprese, insostituibile anagrafe economica, e migliorato la vita di imprese e professionisti, non più costretti a recarsi fisicamente nella provincia “proprietaria” dell’informazione. Nacque allora il Cerved (Centro Regionale Veneto Elaborazione Dati), poi divenuta InfoCamere, cui dobbiamo tutte le nostre innovazioni di rete”. E ha preso il via un percorso di progresso innovativo che ha visto protagonista il sistema camerale.\r\n\r\n”La Camera di Commercio di Bari sin dal 1999 – aggiunge Ambrosi – è stata tra le prime, in Italia, ad avviare la fase sperimentale per la trasmissione per via informatica degli atti da depositare al Registro delle Imprese. Siamo stati pionieri nell’introduzione della firma digitale e dallo scorso anno nella diffusione della fatturazione digitale. La nostra storia insegna che – come diceva un grande rivoluzionario – per diventare realtà, i sogni vanno condivisi. E sempre anticipando i tempi sono certo che ci attendano nuove sfide, per offrire nuovi servizi, più semplici, più economici, più veloci e quindi per rispondere ai compiti che ci sono affidati dalla legge: aiutare le imprese a nascere, crescere e diventare sempre più competitive”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui