Cabtutela.it

BARI – “Sarà una grande festa patronale che riunirà tradizione e innovazione”. Con queste parole il sindaco Antonio Decaro ha presentato questa mattina al Fortino Sant’Antonio il corteo storico di San Nicola, che si svilupperà su due giorni, il 6 e 7 maggio. L’evento, che quest’anno capita nel weekend, porterà tanti turisti in città, oltre a pellegrini da tutto il mondo.\r\n\r\nIl percorso\r\n\r\nAd aprire lo spettacolare corteo, diretto da Francesco Brollo, sarà la messa in scena dello sbarco delle ossa del Santo al molo Sant’Antonio il 6 maggio alle 20 con i ragazzi delle giovanili della Fc Bari 1908, vestiti da marinai. Dal mare giungerà un’imbarcazione con soldati e marinai che trasporteranno le reliquie di San Nicola in processione per tutta Bari vecchia, per poi lasciarle alla chiesa di San Michele alle 23. Previsto anche uno spettacolo di sbandieratori in piazza Federico II di Svevia, con un banchetto medievale dove verranno offerti frutta secca e vino. I residenti di Bari vecchia per l’occasione addobberanno i balconi delle loro abitazioni con ceri e drappi colorati.\r\n\r\nIl momento clou della manifestazione sarà però il giorno successivo. Alle 17 partirà da Baia San Giorgio il quadro sacro raffigurante San Nicola, che verrà trasportato dall’imbarcazione Gina. Alle 19.30 avverrà lo sbarco del motopeschereccio al molo San Nicola e l’immagine del Santo verrà portata in processione tra i vicoli di Bari Vecchia da un gruppo di figuranti vestiti da soldati normanni, timpanisti, monaci benedettini e marinai. Il gruppo si fermerà al Castello Svevo alle 20.30 e da lì avrà inizio il corteo vero e proprio, che quest’anno vedrà sfilare anche dei cavalli. Sono 9 le rappresentazioni che troveranno spazio nel corteo fino all’arrivo alla Basilica di  San Nicola, dove alle 22.30 verrà consegnata l’immagine sacra al priore Ciro Capotosto.\r\n\r\nLo spettacolo aereo di danza\r\n

La vera novità di quest’anno sarà lo spettacolo aereo di danza, diretto da Elisa Barucchieri in collaborazione con il Comune e il teatro Pubblico Pugliese e curato dalla compagnia ResExtensa. Verranno riprodotti tre miracoli compiuti dal vescovo di Myra: i marinai, i tre generali e il grano.

\r\n

La compagnia di danza conta sia ballerini italiani che internazionali ed è l’unica attualmente esistente in Puglia.

\r\n

“Abbiamo pensato – racconta Barucchieri – di creare una struttura itinerante che possa seguire il corteo. Utilizzeremo dei palloni riempiti di elio per lo spettacolo e abbiamo creato una seconda versione che garantirà la sicurezza dei danzatori anche in caso di vento”.

\r\n

Un corteo dedicato al popolo e ai bambini

\r\n

“Quest’anno ricorre il 920esimo anniversario della traslazione delle ossa di San Nicola – racconta il regista del corteo Brollo – e abbiamo voluto concentrarci su come il Santo abbia unito il popolo barese, cambiandone l’identità. Abbiamo voluto lasciare molto spazio anche ai bambini, che devono diventare i protagonisti di questa stupenda manifestazione”.

\r\n

Sono infatti molte le iniziative dedicate ai più piccoli, che si concentreranno venerdì 6 maggio. Via Jacopo Calò Carducci diventerà la “piazza delle bambine e dei bambini” e verrà allestita con un banchetto medievale e animata da artisti di strada, oltre ad ospitare spettacoli di marionette organizzati da Il Granteatrino – La casa di Pulcinella. In piazza dell’Odegitria invece ci sarà il concerto dell’orchestra e del coro di bambini diretti da Andrea Gargiulo.

\r\n

I pellegrini

\r\n

“Prevediamo di superare i 15mila pellegrini dello  scorso anno” racconta  Matteo Siciliano del comitato della festa di San Nicola. “Molti verranno a piedi e non solo dall’Italia. Un pellegrino che nella passata edizione raggiunse Bari dal Belgio, proverà quest’anno a ripetere l’impresa per devozione al Santo”.

\r\n

“Ci siamo attivati – racconta il priore della Basilica di San Nicola Ciro Capotosto – con i gruppi di pellegrini in arrivo soprattutto da Molise, Abruzzo, Campania. Li abbiamo già incontrati e saranno numerosi. Abbiamo ricevuto anche richieste di pellegrini che giungeranno a Bari dall’estero – da Malta, dalla Germania, dalla Svizzera, dal Belgio, dall’Olanda – per unirsi ai nostri festeggiamenti nel nome del Santo”.

\r\n

Una manifestazione che parla tante lingue

\r\n

In vista del grande afflusso di turisti italiani e stranieri durante il weekend della festa patronale, le brochure e il programma che verranno distribuiti in questi giorni, oltre al sito internet della manifestazione – corteosannicola.it -, sono stati tradotti in 5 lingue: italiano, inglese, francese, tedesco, russo e dialetto barese. Quest’ultima è stata curata da Felice Giovine dell’accademia di lingue barese Alfredo Giovine.

\r\n

La manifestazione si potrà seguire anche attraverso i social facebook, twitter ed instagram. Quest’ultimo ospiterà anche un contest fotografico, durante il quale gli utenti potranno caricare foto dell’evento o che rappresentino il loro rapporto con il Santo attraverso l’hashtag #sandanecole.

\r\n

\r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui