Cabtutela.it
acipocket.it

Se si potesse ridefinire il concetto di cena gourmet, allora si potrebbe tranquillamente parlar di sesso gastronomico al alto godimento. Questo concetto lo possiamo applicare tranquillamente all’esperienza provata e riprovata più volte cenando a La Bul di Antonio Scalera e Francesca Mosele. Ci son tornato proprio l’altra sera per una “questione di Gin” ed è successo l’inevitabile.\r\n\r\nSiam partiti proprio come fanno due amanti “arrapeti” (cit. Lino Banfi) che si infrattano in auto, quindi con i preliminari: ovetto di quaglia con le fave fresche e capelli croccanti di sponsali. L’innalzamento della quota di libidine incominciava per tanto, a dar inequivocabili segnali come l’arrossamento delle gote, vista leggermente appannata, battito cardiaco in accelerazione costante, vetri appannati! Invece il via definitivo allo sganciamento del reggiseno è stato dato dal foie gras scottato e servito con fette di pesche noci!!! L’eccitazione provocata dall’acidità del frutto in contrasto con la dolcezza del foie gras sapientemente scottato ha provocato un eccitamento paragonabile solo al vecchio “freno a mano” tirato in mezzo ai sedili.\r\n\r\nA questo punto…gnaff: pappardella fresca con ragout di coniglio in bianco. Delicatissimo piatto che ha ricordato la dolcezza della “posizione del prete” idonea per un inizio comodo e di lunga durata, specie se assaporato come un boccone alla volta, con calma, senza accelerare e venir tutto d’un botto….come i conigli appunto. Ma ormai il dado era tratto! Classico e strategico cambio di posizione.\r\n\r\nFulminea mossa e…voilà. Lei sopra di te con testa a filo tettuccio e via al galoppo con: animelle scottate servite con carciofo adagiate su maionese del carciofo stesso e cipollotto fresco arrostito. Ho chiesto ed ottenuto il bis !!! Goduria alle stelle coadiuvata e supportata da gridolini e gemiti intervallati da schiaffetti di incitamento a decelerare o ad aumentare il ritmo della “cavalcata”…con inevitabile botto finale e rigorosa retromarcia anticoncezionale.\r\n\r\nEsausti e ritornati ognuno ai propri sedili ci si è puliti il palato con: un tortino al cioccolato con cuore di lampone adagiato su crema di mandorle e poi una mela annurca su crumble di castagne e ripiena di crema chantilly. In perfetta sintonia quindi con la tradizione del galateo del sesso in auto che prevede il finale con fazzolettini a pulire il tutto.\r\n\r\nCosa aggiungere di più? Posso parafrasare un noto slogan pubblicitario per riassumere il tutto :LA BUL…FATE L’AMORE CON IL SAPORE\r\n\r\n \r\n\r\nIMG-41042-View-950x633\r\n\r\nRistorante “La Bul”\r\n\r\nVia Pasquale Villari, 52\r\n\r\n70122 Bari\r\n\r\nTelefono:080 523 0576\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui