Trama – Recensione

1344

Cabtutela.it
acipocket.it

Era il 2011 quando è uscito Trama-il peso di una testa mozzata, la prima graphic novel di Ratigher, nome d’arte per Francesco D’Erminio.

\r\n

Nonostante sia passato già qualche anno dalla sua pubblicazione, riteniamo giusto rilanciare questo libro per coloro i quali non hanno avuto la fortuna di incrociarlo nelle proprie letture, approfittando anche della ristampa Saldapress uscita pochi mesi fa.

\r\n

Lavinia e Giulio sono due ricchi e annoiati adolescenti che si preparano all’ennesimo festino a base di alcol e droga con i loro amici, perdendo tempo su una scogliera. Il cinismo di Giulio e la vacuità di Lavinia vengono sconvolti dall’incontro con il Bimbo fango, spirito della vendetta con l’aspetto di un nano deforme ricoperto di fango, che li rapisce. Terrorizzati, i due ragazzi cedono alla minaccia del rapitore e acconsentono a portarlo con loro alla festa, diventando, da quel momento, bersagli mobili delle più strane creature che animano la notte.

\r\n

Attenzione, però, a non leggere questo inseguimento come nella maggior parte delle trame horror a cui siamo abituati, che vedono da una parte le vittime terrorizzate, dall’altra i carnefici assetati di sangue. C’è qualcosa di più profondo nel senso di disturbo che l’incontro con Trama lascia nel lettore: c’è che nessuno dei personaggi, tra buoni e cattivi, è davvero pulito e che la redenzione passa attraverso la deformità del corpo e, soprattutto, attraverso il senso di vendetta che il disgusto verso sé e verso gli altri è in grado di generare.

\r\n

Lavinia, sciocca e superficiale, palpeggiata, mutilata, diventa carta bianca per il messaggio che il sottobosco sociale composto dai Camionisti le incide sulla carne: “Siamo i buoni. Buoni come i vaccini. Corriamo lungo i tessuti del corpo malato, lo mangiamo e lo sputiamo sano”.

\r\n

Difficile fidarsi di queste presenze così inquietanti e di prendere per vero quello che potrebbe essere solo il loro delirio di onnipotenza, ma il punto è proprio questo: Trama suggerisce il caos in cui versa l’immaginazione dell’autore e il mondo che descrive, l’abbattimento della dicotomia tra buono e cattivo, dove le vittime meritano la loro punizione (e probabilmente ne traggono anche vantaggio) e dove i carnefici agiscono secondo principi verso i quali è facile provare empatia.

\r\n

Il lettore, così come i due ragazzi al centro della vicenda, viene catturato nella trama del fumetto col quale si crea immediatamente un totale senso di immedesimazione e di partecipazione.

\r\n

Ci troviamo davanti a un fumetto molto particolare, decisamente al di fuori degli schemi ordinari della letteratura illustrata. La fuga dei due protagonisti e il loro imbattersi in personaggi grotteschi e pericolosi è resa dall’autore con un tratto grafico molto pulito che rende la lettura alienante e il lettore incredulo vignetta dopo vignetta.

\r\n

Una storia di sangue, droga, sesso, mutilazione e tortura resa con personaggi stilizzati, ma perfettamente espressivi nel trasmettere il senso di paura e disgusto che attraversa le loro disavventure. 

Trama X

\r\n

[table sort=”desc”]\r\nTitolo,Trama\r\nEditore, Saldapress\r\nTesti, Ratigher\r\nDisegni,Ratigher\r\nColori,Ratigher\r\nFormato,16 x 21 cm – C. – 112 pp – b/n\r\nPrezzo,€ 10,90\r\nData di Uscita, ottobre 2015\r\n[/table]

\r\n

ULTIME RECENSIONI

Elliot: il nuovo supereroe che viene dal web

Torniamo sempre molto volentieri a parlare di Wilder, la piattaforma online dove - settimana dopo settimana - i lettori possono leggere gratuitamente capitoli sempre nuovi di webcomic...

Killer, supereroi e citazioni: il mondo di Stefano Labbia

Un assassino prezzolato, un eroe in grado di far materializzare qualsiasi cosa gli viene in mente. Ecco Kimberly e Kremisi, i due massimi rappresentanti degli...

Torna a Terlizzi il Chiù, Festival di illustrazione e dintorni

Dal 29 luglio al 4 agosto torna il CHIU' - Festival di illustrazione e dintorni al MAT Laboratorio Urbano di Terlizzi, realizzato con le...

Torna a Terlizzi il Chiù: tra gli ospiti, Ratigher e Davide Toffolo

Laboratori, mostre, teatro, concerti e tanti ospiti del mondo del fumetto e dell'illustrazione: torna per il terzo anno consecutivo il Chiù, festival di illustrazione...

“Frantumi” di Masi e Petruccioli: quando il fumetto diventa poesia

Si dice che quello che non ti distrugge ti rende più forte. Ma se ogni perdita ci riduce a pezzi, c'è chi – per...

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui