Cabtutela.it
acipocket.it

Il Comune, su proposta dell’assessore al Turismo e alle Culture, Silvio Maselli, ha candidato Casa Piccinni come “Luogo del cuore” nell’ambito del progetto nazionale del Fai, il Fondo Ambiente Italiano.

\r\n

Il Comune è infatti proprietario dell’edificio che si affaccia su piazza Mercantile, dove Niccolò Piccinni (Bari 1728-Parigi 1800), compositore di fama mondiale, visse dal 1738 al 1753. Casa Piccinni, pur non configurandosi propriamente come una casa-museo, rappresenta tuttavia un luogo privilegiato e strategico, anche in virtù della sua posizione nel centro di Bari vecchia, per attuare politiche culturali e creative, di innovazione sociale e culturale, rivolte a diverse fasce di pubblico.

\r\n

L’edificio, oggetto di un complesso intervento di restauro ultimato nel 1998, necessita però di interventi strutturali che lo rendano pienamente accessibile e fruibile. È questa la ragione per la quale Casa Piccinni è già stata inserita tra i luoghi beneficiari delle erogazioni previste dall’Art Bonus. Nella stessa ottica si inscrive dunque la delibera approvata questa mattina, che candida Casa Piccinni al censimento 2016 “I Luoghi del cuore” promosso dal Fai, così che i cittadini possano sostenerne la candidatura anche in collaborazione con la delegazione cittadina del Fai. Analogamente, è intenzione dell’amministrazione comunale promuovere una vasta adesione all’appello del Governo nazionale a sostegno della bellezza (bellezz@governo.it) affinché anche Casa Piccinni possa rientrare tra i luoghi identitari del Paese, destinatari di specifico sostegno economico e finanziario.

\r\n

“Intendiamo valorizzare pienamente uno dei luoghi simbolo della città di Bari – commenta Silvio Maselli – una città che ama la musica e che ha in Niccolò Piccinni, compositore e musicista amato ed eseguito in Italia e nel mondo, il suo figlio più importante. Contiamo sui cittadini e le cittadine e sul loro legame con questo luogo per poterlo rendere finalmente accessibile anche ai piani superiori. Ringrazio il Fai per l’impegno incessante a appassionato a tutela del nostro straordinario patrimonio artistico e culturale”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui