Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Vigili urbani in stato di agitazione. E per lunedì, in occasione del consiglio comunale, annunciano un presidio in aula. Sotto accusa il nuovo assetto organizzativo e i turni previsti che vengono programmati con pochissimo anticipo, a causa delle scarse risorse di personale a disposizione. “La vicenda della guerriglia urbana del 9 maggio durante la festa di San Nicola – si legge in una nota di Cgil, Cisl, Uil  e Csa – ha messo in evidenza la professionalità e la disponibilità delle donne e degli uomini della polizia municipale che effettuano quotidianamente e con abnegazione, su tutta la città, il proprio lavoro costituendo, di fatto, un presidio stabile ed indispensabile sul territorio.  Di fatto non ci aspettavamo premi e/o riconoscimenti per gli operatori ma non ci aspettavamo, però, che a distanza di appena 15 giorni il comando intendesse stravolgere l’organizzazione del corpo di polizia senza il benché minimo confronto sindacale e con i lavoratori stessi”.\r\n\r\nI sindacati denunciano i pesanti carichi di lavoro e l’impossibilità di programmare con anticipo i turni. Soprattutto in vista delle ferie estive.\r\n\r\n”La polizia municipale conta un’età media di 50 anni circa, con una riduzione di organico quasi del 40 per cento, se si considera che attualmente il corpo è composto da circa 520 unità rispetto alle 800 necessarie, sia rispetto all’estensione del territorio, sia per rispondere alle effettive esigenze della città – continua la nota –  i lavoratori sono tutti pronti, comunque, a fare uno sforzo in più, e quella della tre giorni di San Nicola ne è la riprova, ma non si può pretendere che senza un confronto, senza una condivisione, si adottino provvedimenti senza tenere in debita considerazione soluzioni e possibili proposte alternative. A nulla sono valse le svariate richieste d’incontro indirizzate al sindaco sin dall’insediamento, tese ad affrontare le tematiche più spinose, dall’organizzazione del lavoro alla razionalizzazione dei servizi alla sicurezza sui luoghi di lavoro, divise, mezzi, gisu, ordine pubblico”.\r\n\r\nDa qui la protesta lunedì in consiglio comunale. Alla quale parteciperanno anche i sindacati Usb e Sulpl. “Questo Comune – scrivono – si sta distinguendo più per l’efficacia degli slogan piuttosto che per l’efficacia dell’azione amministrativa e di vere politiche del personale, anche attraverso una pericolosa deriva antidemocratica che esclude il confronto con i sindacati, negando i diritti basilari per i lavoratori come quello di riunirsi in assemblea”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui