Cabtutela.it
acipocket.it

BARI – Un mercatino di oggetti artigianali, dove non si paga in denaro ma con beni di prima necessità. E’ con il baratto, quindi, che il progetto “Social network”, promosso dal centro di ascolto per famiglie San Nicola e dal Comune, aiuterà le famiglie più bisognose.

\r\n

Questa speciale asta di solidarietà avrà luogo domani dalle 18 nel Caf della Città Vecchia. In mostra sui banchetti ci saranno i prodotti artigianali realizzati durante i laboratori organizzati nella sede del centro di ascolto in strada del Carmine. Gli oggetti verranno barattati con beni di prima necessità, che saranno poi distribuiti alle famiglie in difficoltà segnalate dai servizi sociali.

\r\n

L’iniziativa fa parte del progetto “Social network”, attraverso il quale già negli scorsi giorni era stata adibita una speciale raccolta fondi in alcuni negozi del centro storico della città. “Sono già 10 i titolari di esercizi commerciali – racconta l’assessore al Welfare Francesca Bottalico – che all’interno dei propri spazi vendita hanno esposto un salvadanaio solidale i cui proventi saranno utilizzati per l’acquisto di beni da destinare alle famiglie in difficoltà”.

\r\n

Il progetto di baratto solidale non si fermerà al termine del mercatino. “Nei prossimi mesi all’interno del Caf San Nicola – dichiara la coordinatrice Mariella De Nicolò – dedicheremo uno spazio all’esposizione dei manufatti realizzati dai cittadini durante i laboratori creativi: sarà così possibile per chiunque, in qualsiasi momento, offrire beni di prima necessità in cambio degli oggetti artigianali esposti”.

\r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui