Arriva “Pin”: dieci milioni di euro per le nuove imprese giovanili

La Regione presenta il piano per gli under35 che sviluppano un'idea in ambito sociale, culturale e tecnologico. Lo sportello sarà attivo da settembre

9975

Cabtutela.it
acipocket.it

BARI – Dieci milioni di euro per i giovani pugliesi che sviluppano un’idea in ambito sociale, culturale e tecnologico. In continuità con la scorsa amministrazione, Michele Emiliano – insieme agli assessori alle Politiche giovanili Raffaele Piemontese e allo Sviluppo economico Loredana Capone – lancia la nuova iniziativa della Regione Puglia rivolta ai ragazzi dai 18 ai 35 anni  che vogliono sviluppare le proprie idee imprenditoriali.

\r\n

Come funziona

\r\n

Pin, acronimo per Pugliesi INnovativi, è uno sportello a cui i giovani pugliesi potranno rivolgersi a partire dal primo settembre 2016 per presentare le proprie idee. Tra i dieci milioni di euro investiti dalla Regione, otto saranno dedicati al finanziamento dei progetti e due all’affiancamento e rafforzamento delle competenze dei partecipanti tramite i servizi dell’Arti – l’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione. Si potrà presentare il proprio progetto online, accedendo al portale pingiovani.regione.puglia.it e inserire la propria idea con la compilazione di un modello Canvas. Il servizio di assistenza previsto dalla Regione dopo l’erogazione del finanziamento iniziale è finalizzato a garantire longevità ai progetti selezionati. I candidati possono richiedere finanziamenti che vanno da un minimo di 10mila euro ad un massimo di 30mila euro a progetto, a copertura degli investimenti e delle spese di gestione del primo anno. I gruppi informali per accedere al finanziamento dovranno costituirsi in soggetto giuridico iscritto al Registro delle Imprese.

\r\n

I commenti

\r\n

“Una risposta a chi chiedeva, all’inizio del nostro mandato, se saremmo stati in continuità o discontinuità con il governo Vendola. Naturalmente tutto ciò che di buono è stato fatto nella nostra regione negli ultimi dieci anni è fonte di insegnamento e ispirazione, oltre che motivo di orgoglio esattamente come se fossi stato sempre qui – sottolinea il governatore Emiliano e aggiunge – bisogna pensare in grande, senza porsi alcun limite. Questo progetto metterà la nuova generazione nella posizione di cambiare il nostro territorio: se ad esempio un gruppo di giovani troverà, tramite questi finanziamenti, il modo per cambiare il sistema di produzione dell’acciaio, si potrà risolvere l’annosa questione dell’Ilva”.

\r\n

“La cultura, la tecnologia e il sociale sono settori di cui l’amministrazione ha grande bisogno – dichiara l’assessore Capone – non dubitiamo che la dimestichezza dei giovani con le nuove tecnologie, oltre che la loro predisposizione ai temi del sociale e della cultura, possa avere una ricaduta positiva su tutta l’economia della regione.”

\r\n

In conclusione, Emiliano ha dedicato un pensiero non solo ai giovani ma anche al giovanissimo Tobia, figlio del suo predecessore Nichi Vendola, facendo al papà gli auguri per la nascita.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui