BARI – Anticipare a mercoledì 22 giugno l’assemblea dei soci al fine di avere contezza dello stato del club dopo l’eventuale ricapitalizazzione fino a 7,5 milioni (in scadenza domani): il socio di minoranza del Bari, Cosmo Giancaspro, con una nota all’ANSA, ha puntualizzato la sua posizione al fine di mettere in condizione la società di iscriversi regolarmente al prossimo campionato.\r\n\r\nGiancaspro, infatti, rileva pur in presenza di evidente urgenza per imminente scadenza di adempimenti cruciali per il futuro del club, “Gianluca Paparesta non ha ancora comunicato le proprie intenzioni in ordine all’eventuale esercizio del diritto di opzione per la sottoscrizione dell’aumento di capitale”.\r\n\r\nLa tracciabilità dei pagamenti\r\n\r\nIl socio di minoranza specifica che – come disposto dall’ultima assemblea straordinaria – “il regolare esercizio del predetto diritto presuppone il versamento contestuale della somma pari al 35% della sottoscrizione dovrà pertanto essere eseguito con mezzi tracciabili entro il normale orario di chiusura degli sportelli bancari. Sul punto, si esigerà il più rigoroso controllo di rispondenza legale del versamento eventualmente eseguito (…) anche rispetto a tutte le norme vigenti in materia di trasferimenti di somme di denaro”.\r\n\r\nPerché anticipare l’assemblea\r\n\r\nDa qui la richiesta di “anticipazione al 22-23 giugno  dell’Assemblea degli azionisti già convocata per il 24-25 giugno, per provvedere agli adempimenti consequenziali alla sottoscrizione dell’aumento di capitale ed in particolare alle decisioni eventualmente riguardanti il rinnovo di tutte le cariche sociali ed il passaggio di consegna di tutte le attività amministrative, oltre che dei relativi poteri di firma”.\r\n\r\nIl ruolo del collegio sindacale\r\n\r\nInoltre nella nota Giancaspro evidenzia che il Collegio sindacale non è sinora “intervenuto” “benché sollecitato ai sensi dell’art. 2406 c.c., tenuto conto della urgente necessità di provvedere per garantire la regolare esecuzione di tutti i pagamenti” indispensabili per l’iscrizione al prossimo campionato”.\r\n\r\nIl rischio penalizzazione legato alla ristretta tempistica\r\n\r\nGiancaspro, nel documento firmato come a.u. di Kreare Impresa S.r.l., pur essendo già pronto ad intervenire economicamente per garantire la continuità aziendale, senza un anticipo dell’assemblea, aggiunge che potrebbe trovarsi nella “obiettiva impossibilità di operare ogni necessaria verifica in ordine all’esatto ammontare dei pagamenti” per l’iscrizione, “nel caso in cui diventi il nuovo socio di riferimento della F.C. Bari 1908 S.p.a. alla scadenza del termine fissato per l’esercizio del diritto di opzione da parte dell’altro socio”.\r\n\r\nL’eventuale appendice: azioni opportune verso i responsabili della possibile penalizzazione \r\n\r\n”Kreare Impresa S.r.l. – conclude Giancaspro – si riserva ogni opportuna azione nei confronti dei responsabili per i danni arrecati alla F.C. Bari 1908 S.p.a., qualora i ritardi innanzi denunciati espongano la stessa F.C. Bari 1908 S.p.a. alle sanzioni previste dall’ordinamento sportivo ed in particolare alle penalizzazioni (…) da scontarsi nella prossima stagione”.\r\n\r\n@waldganger2000

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here