Cabtutela.it
acipocket.it

“Da oggi tolleranza zero per chi utilizza smartphone mentre è alla guida della propria auto e verso chi non usa le cinture di sicurezza”. Lo assicura Nicola Marzulli, comandante della Polizia municipale all’indomani di una giornata di sangue sulle strade di Bari. Due ragazzi di 19 e 21 anni, Antonella Quintavalle e Carmine Sibilano – in due momenti diversi – sono morti in un incidente stradale sul lungomare e all’incrocio tra via Amendola e via Omodeo.\r\n\r\n”Siamo rammaricati per quanto accaduto”, dichiara Marzulli. “E’ sempre difficile assistere alla morte di due giovani vite. Lo è ancora di più quando certe tragedie potrebbero essere evitate se si osservassero le regole”. Sulle cause dei due incidenti che hanno sconvolto la città è al lavoro la polizia municipale che stabilirà – nelle prossime ore – eventuali responsabilità.\r\n\r\n”Di certo – ha dichiarato Marzulli – le auto che si sono scontrate questa notte viaggiavano a velocità sostenuta. Siamo comunque cercando di ricostruire l’accaduto”. Ritengo comunque – ha proseguito Marzulli – che dobbiamo lavorare intensamente soprattutto per limitare le distrazioni alla guida che – secondo me – restano le cause principali dei sinistri soprattutto in città. Oggi riunirò i miei uomini per dare il via a controlli straordinari – anche con uomini in borghese – per punire chi usa gli smartphone alla guida. Un’abitudine questa diffusa e molto pericolosa. Non ci si può continuare ad ammazzare sulle strade. Dobbiamo fermare questa mattanza”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

  1. Quindi fino ad oggi la mancanza dei controlli e le relative conseguenze subite da molti sono da imputare ad una “manica larga” nei controlli???!!

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui