Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

BARI – Sono sessanta le segnalazioni giunte  al numero verde contro i reati del mare, a quasi tre settimane dalla sua attivazione. La maggior parte delle quali provenienti dalla provincia di Bari. Ad annunciarlo è Raffaele Piemontese, assessore regionale al demanio e al patrimonio, che questa mattina, 6 luglio, a Bisceglie ha illustrato il progetto del numero verde, istituito dalla Regione, durante una conferenza stampa.\r\n\r\n“Speriamo venga sempre più diffusa la filosofia a cui ci siamo ispirati che prevede di attivare un controllo sociale e popolare lungo i 970 chilometri di coste pugliesi, un terzo delle quali sono spiagge – ha detto l’assessore Piemontese – riusciamo davvero a curare e a tenere sotto controllo il nostro mare e le nostre coste, chiedendo un aiuto a tutti i cittadini, che sono le migliori sentinelle di un patrimonio così prezioso e così grande”.\r\n\r\nAll’incontro era presente anche Mauro Sasso, coordinatore del progetto, al quale, nei prossimi giorni, verrà consegnato un drone per il monitoraggio delle coste. Inoltre, il servizio sarà integrato a breve da un’app per smartphone, gestita da una rete di associazioni, costituita dalla sezione pugliese dei Rangers d’Italia, dal coordinamento delle Guardie FareAmbiente e Gruppo Ripalta Area Protetta, federato alla Federazione Pro Natura.\r\n\r\nL’assessore Piemontese ha annunciato l’intenzione di fare diventare permanente il numero verde 800.894.500.  Su sessanta segnalazioni già pervenute, il 33 per cento dalla proviene dalla provincia di Bari, il 28% dalla Bat, il 15% da quella di Taranto, il 9% da Lecce, l’8% da Foggia e il 7% da Brindisi. Il numero verde da quest’anno deve essere messo in evidenza sull’ordinanza della quale si devono obbligatoriamente munire i lidi. I cittadini possono segnalare  illeciti amministrativi e penali, i quali vengono indirizzati agli organi di controllo dalle capitaneria di porto alla guardia di finanza, ai carabinieri del Noe ai vigili urbani. Il call center è gestito da sei operatori qualificati che registrano le segnalazioni garantendo la privacy dei cittadini, attivando sopralluoghi e verifiche, inoltrando le segnalazioni alle autorità competenti e fornendo anche un servizio di informazione.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui