Cabtutela.it

La Casa Cantoniera di Torre a Mare, in zona Due Colonne, sarà messa sul mercato come albergo: il progetto di trasformazione, con un bando pubblico, è stato presentato a Palazzo Massimo, a Roma, alla presenza di Roberto Reggi, direttore dell’Agenzia del Demanio, e del presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani. Saranno trenta gli immobili, insieme a quello di Bari-Torre a Mare, dell’azienda trasformati in hotel.\r\n\r\nAnas si farà carico della ristrutturazione degli immobili mentre il vincitore del bando curerà i servizi di pernottamento, bar e ristoro, free Wi-fi, postazioni di ricarica per veicoli elettrici e info point di informazione turistica.\r\n\r\nLa mission Anas\r\n\r\n”Siamo impegnati assieme ad Anas a valorizzare beni pubblico abbandonati facendolo diventare leve di sviluppo”, dichiara Reggi. “È un progetto pilota che vuole creare un’opportunità che sia replicabile per 1.200 case, una rete che non ha eguali in tutto il territorio nazionale e che ha la possibilità di attrarre turismo specifico – argomenta Armani – Si tratta di nuovo modo di fare turismo che guarda al piacere di fare il viaggio e si rivolge a chi utilizza anche mezzi più lenti per andare da una sede all’altra guardando cosa c’è intorno alle strade. Inoltre – conclude il presidente di Anas – Ogni casa avrà una vicinanza col territorio, con le attività culturali, col patrimonio culturale e con le tipicità caratteristiche”.\r\n\r\nIl bando\r\n\r\nLe offerte digitali, corredate dalla documentazione richiesta, dovranno pervenire sul Portale Acquisti di Anas https://acquisti.stradeanas.it, a pena di esclusione, entro le ore 12.00 del 31/10/2016. L’obiettivo e’ quello di aprire la prima casa cantoniera a giugno 2017.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui