Cabtutela.it
acipocket.it

Cittadeilibri, il family festival di cittadeibimbi.it, il portale di informazione tematica per scuole e famiglie diretto dalla giornalista Elisa Forte, torna a Mola di Bari per la terza tappa dell’estate 2016. E torna con un tema che sottolinea la vocazione geografica della cittadina a sud di Bari: “L’accoglienza, l’altro”. Un tema che viviamo quotidianamente sulla nostra pelle, già scelto dallo staff di cittadebimbi.it come linea guida per l’edizione 2015 del concorso letterario “I racconti di Bibi (www.iraccontidibibi.it) e che verrà sviluppato sabato 23 e domenica 24 luglio, nell’Arena del Castello Angioino a partire dalle 18, in due giornate ricche di ospiti ed attività.\r\n\r\nLa conduzione è affidata alle giornaliste Antonella Ardito e Annamaria Minunno con la collaborazione del divulgatore e “agitatore culturale” Luciano Anelli. I bambini avranno la possibilità di confrontarsi con la diversa abilità, con una diversa origine e diversa religione, con la diversa percezione di noi e degli altri, condividendo impressioni ed esperienze.\r\n\r\nSi inizia alle 18.30 di sabato 23 luglio con “Una giornata con Lina”, di Manuela De Gioia, per Di Marsico Libri. La storia di Lina una piccola giraffa che scoprirà come le differenze possono essere una ricchezza per l’altro da noi e che non si è mai davvero soli anche quando pensiamo di esserlo. Alle 18.50 incontreremo il presidente ARCI Bari, Luca Basso, che racconterà “Il gorilla albino” di Italo Calvino a dimostrazione di come proprio le forme “non amate” custodiscono nell’animo tesori pronti ad essere scoperti. Alle 19.10 una grande esclusiva Cittadeilibri per Mola di Bari: le “Lezioni di arabo” a cura del professore Ehab El Shaer, in collaborazione con la comunità islamica italiana pugliese.\r\n\r\n”Dopo le lezioni di LIS, la Lingua Italiana dei segni che dallo scorso anno portiamo nelle piazze durante le edizioni di Cittadeilibri – ha dichiarato Elisa Forte, direttore di cittadeibimbi.it – ci fa piacere ospitare in una nuova tappa del Family Festival i rappresentanti del mondo islamico in Puglia. Saranno loro stessi a raccontare e far conoscere il loro alfabeto ai bambini e agli adulti presenti, ma soprattutto racconteranno ai piccoli spettatori e alle loro famiglie gli aspetti salienti del Corano. E questo perchè crediamo nell’integrazione e nella possibilità di avvicinare le culture solo attraverso la conoscenza e la cancellazione di ogni pregiudizio”.\r\n\r\nVerrà invece a parlare di inclusione, attraverso la favola de Il brutto anatroccolo di Hans Christian Andersen, alle 19.30 l’Associazione culturale L’Altra via che qualche giorno fa a Triggiano ha inaugurato il parco giochi inclusivo Bimbiland. A seguire un libro per preadolescenti e adolescenti, ma che in realtà tocca tutti coloro che hanno dovuto affrontare l’età difficile del cambiamento fisico e caratteriale. Lei è Margherita De Napoli e il libro è “Mi chiamarono Brufolo Bill” edito da Progedit. La collaborazione, per l’occasione, con la Società Astronomica Pugliese ci porterà a comprendere “Chi era l’altro 66 milioni di anni fa”? Proiezioni e parole per capire come siamo arrivati ad essere quello che siamo.\r\n\r\nL’amministrazione si mette in gioco con l’assessora alla Cultura Francesca Mola che ha scelto di raccontare “Gli affari del signor gatto” di Gianni Rodari. La poesia e la passione di Florisa Sciannamea e dell’attrice Barbara De Palma nella presentazione de le “Favole Capovolte” per Adda editore. Un gruppo di strani personaggi popola queste favole con lo scopo di cambiare lo stereotipo in cui sono confinati e capovolgere il proprio destino. La diversa abilità? Ce la spiega Michele Stella dell’associazione CinEthic. E lo fa attraverso la proiezione di “SMILE” il cortometraggio diretto da Matteo Pianezzi, la storia di un padre normo-dotato e di un figlio diversamente abile, sicuramente speciale. L’altro, con l’associazione CinEthic, diventa NOI. La prima giornata si chiude con uno spettacolo scritto apposta per Cittadeilibri: “Le più belle del reame” di e con Annaisa Locaputo e Maria Serena Ivone.\r\n\r\nIl programma di domenica 24 luglio\r\n\r\nLa cittadella di Cittadeilibri sarà al completo e proporrà oltre un ricco programma da palco anche laboratori (ultimi posti disponibili su www.cittadeilibri.it), il parcheggio passeggini, un’area premaman e per i piccolissimi, la fascioteca e il punto allattamento, le consulenze mediche gratuite con la neuropediatra Michela Sesta, la psicologa Luciana Palumbo e la nutrizionista Adriana Lamanna. Non mancheranno i laboratori: il sabato e la domenica il laboratorio rap con Torto OG, la domenica anche quelli a cura di Laura Fusco, Valentina Buonavoglia e Mariella Passaquindici.\r\n\r\nDomenica sarà possibile assistere ed imparare anche le manovre di disostruzione pediatrica con l’associazione “L’isola felice”. Domenica Cittadeilibri accoglierà i bambini e le famiglie che parteciperanno ad un pomeriggio intenso e irripetibile, a partire dalle 18, sempre nell’Arena del Castello Angioino di Mola. In apertura parleremo di pace e serenità con “Educare alla felicità” di Lucia Suriano, edito da lameridiana. Un libro per imparare a pensare positivo, per portare nelle famiglie e nelle scuole buone pratiche di educazione alla felicità. Sarà invece l’associazione AvanziPopolo con “Briciole” di Lorenzo Naia, VerbaVolant Edizioni, a parlare di come gli scarti possono trasformarsi in qualcosa di speciale. Anche di domenica le lezioni di arabo in collaborazione con la comunità islamica italiana pugliese e a seguire le meravigliose parole di Antonia Chiara Scardicchio, docente di pedagogia sperimentale all’Università di Foggia e scrittrice, che ha scelto “Il regalo della gigantessa” di Guia Risari, ed. Buk Buk. Protagonista di questa storia è la natura, a cui tutti gli esseri viventi appartengono e il grande amore che ci unisce, quando ci mettiamo al suo ascolto. L’autrice Giunti, Simona Toma, autrice de “Il signor Francone” racconterà di una storia di amicizia, amore e diversità dallo stile buffo, fiabesco e surreale in un libro che aiuta ad andare oltre le apparenze. Chi sono gli altri da noi a scuola? Risponderà a questa domanda la giornalista Maria Luisa Sgobba, autrice di “Bullo Macigno”, pubblicato da Progedit. La storia di un bambino fuori misura che imparando le regole della convivenza si farà accettare dai bambini del villaggio. Con la giornalista Sarà presente l’attrice Antonella Radicci. Cosa c’è dietro le persone che incontriamo fuori dai supermercati, cosa possono raccontarci gli altri? E’ il senso di “In Fondo” di Francesca Palumbo e Lucia de Marco, ed FasidiLuna, in programma alle 19.50. Una graphic novel che ha come protagonisti Marina ed Amir. La prima, piccola, che sta imparando a nuotare, il secondo, Amir, un giovane immigrato giunto in Italia che cerca di guadagnarsi da vivere aiutando gli anziani con le buste della spesa. Il suo oroscopo è famoso come la sua simpatia. L’astrologa Franca Mazzei sarà nostra ospite alle 20.10 per raccontare “La diversità attraverso i segni zodiacali” per spiegare ai bambini come le stelle possono influenzarci ad essere “altro” rispetto a chi ci sta vicino. Differenze che ci rendono più ricchi e più interessanti agli occhi di tutti.\r\n\r\nL’Islam al centro dell’incontro delle 20.30: “La religione insegna l’accoglienza e l’integrazione” con il prof. Sharif Lorenzini, presidente della CIDI Comunità Islamica d’Italia, e suo figlio Daud. Nel corso degli anni Mola di Bari ha dato al mondo migliaia di persone. Persone che hanno dovuto imparare a vivere in un ambiente sconosciuto, con gente diversa da loro per cultura e tradizioni. E’ quanto racconta anche Silvia Rizzello autrice per Kurumuny di “Riso fuorisede”. L’amministrazione si rimette in gioco con il sindaco Giangrazio Di Rutigliano, che ha scelto di narrare la sua storia con il figlio. La due giorni di Cittadeilibri si chiude con “La sfida dei musici” dell’Orchestra Musicaingioco diretta dal maestro Andrea Gargiulo. Un concerto che racconta di inclusione, di tolleranza e di apertura all’altro.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui