Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it
Tutti noi siamo oramai abituati al riconoscimento facciale utilizzato sui nostri pc, o cellulari, ma questa tipologia di tecnologia è stata ora applicata ai cani.

\r\n

\r\n

\r\n

Arriva, infatti, dall’America una nuova App che promette di far re-incontrare i cani smarriti con i loro proprietari.

\r\n\r\n

Finding Rover è un servizio gratuito, ideato e utilizzato dalla Solano County Animal Care Division che si avvale proprio del riconoscimento facciale. I proprietari dei cani scomparsi, collegandosi al sito web da qualunque dispositivo elettronico, possono facilmente ritrovare i loro amici a quattro zampe inviando una notifica di smarrimento. Chiunque incontri il cane potrà, attraverso uno scanner, effettuare un riconoscimento facciale e verificare se si tratti di uno dei cani presenti nel database e inoltrare immediatamente una notifica di ritrovamento. Inoltre, l’App permette di scattare una foto ai cani che diano l’impressione di essere stati smarriti, poterla caricare sul sito e contribuire così al ricongiungimento cane-padrone. Il servizio, infine, può essere utilizzato anche per chiunque volesse adottare un cane presente nella banca dati.

\r\n

In questo momento l’applicazione funziona solo con i cani, ma è in progetto anche l’App per i gatti. Chissà che non possa essere creata anche per l’Italia. Uno strumento in più, oltre il microchip, perché i proprietari dei cani possano dormire sonni più tranquilli.

\r\n \r\n\r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui