Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Una strada troppo stretta per permettere il passaggio dell’autobus, con gli autisti che sono costretti a fare lo slalom tra i bidoni dell’immondizia. E’ questa la situazione che vive ogni giorno chi si mette alla guida dei bus numero 1 e 19, che dal primo agosto sono costretti a seguire la deviazione della cosiddetta “bretella stretta” e a percorrere una stradina laterale della tangenziale fino a Palese. A denunciare la terribile situazione è il sindacato Cisl, che in un video in cui mostra l’arrivo di uno degli autobus e le difficoltà degli autisti nel superare lo sbarramento dei bidoni.\r\n\r\nLa denuncia\r\n\r\n”Una strada la cui larghezza – spiega il sindacalista della Cisl Vincenzo Lomoro – non supera i 4 metri e 70, a cui va sottratto lo spazio occupato dai bidoni dell’immondizia. E’ una pazzia far passare per quella via mezzi larghi 2 metri e 50, a cui vanno aggiunti almeno 20 centimetri di specchietti”. Una scelta che va a discapito anche dei passeggeri, visto che non è previsto un marciapiede nella deviazione e quindi c’è il rischio che vengano investiti dal mezzo o da un auto di passaggio, che spesso la attraversano anche controsenso”.\r\n\r\n”Se uno di questi mezzi dovesse andare in panne – prosegue Lomoro -, cosa accadrebbe? Nessun altro mezzo riuscirebbe a passare, né le camionette dei vigili del fuoco in caso di incendio, né le ambulanze, nel caso qualcuno si sentisse male. Con tutti questi tagli al servizio e queste modifiche dei percorsi non si garantisce sicurezza né ai passeggeri, né all’autista stesso. Già lo scorso anno segnalammo questi problemi al Comune, ma non siamo mai stati ascoltati”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui