Anche per l’anno scolastico 2016/2017 ci sarà la possibilità per gli studenti degli istituti baresi di avere in comodato d’uso i testi scolastici. Il Comune di Bari rinnova per il terzo anno di fila l’iniziativa, così da offrire una soluzione all’elevato costo dei libri negli istituti scolastici, che mediamente pesa sul bilancio delle famiglie per oltre 700 euro.

\r\n

A darne conferma è l’assessore alle Pubblica Istruzione Paola Romano. “Per l’anno scolastico – spiega – che ci accingiamo a cominciare abbiamo una novità in più: grazie all’aumento del contributo assegnato dal Governo e ripartito dalla Regione, il Comune di Bari potrà stanziare 697mila euro per sostenere gli alunni delle scuole baresi in merito alla dotazione didattica. Parliamo di circa 150mila euro in più che le scuole potranno utilizzare per dotare gli studenti non solo di libri di testo. Dopo la sperimentazione dello scorso anno, infatti, sarà anche possibile acquistare nuovi strumenti che rientrano nella politica del “libro 2.0”.

\r\n

L’iniziativa ha avuto grande successo anche negli scorsi anni. Nel 2015, ad esempio, 5736 studenti hanno avuto accesso al materiale didattico. Senza contare poi le cedole librarie per tutti gli alunni frequentanti le scuole primarie, per un valore di 500mila euro. Al termine del primo stanziamento dei fondi del 2015 sono stati risparmiati 79mila euro su 522mila euro di contributo complessivo, poi reinvestiti nella formazione dei ragazzi baresi e utilizzati per l’acquisto di altro materiale scolastico, come tablet e vocabolari.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here