Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Avrebbero maltratto 15 bambini tra i 2 e i 3 anni mezzo di un asilo barese, per questo la Procura di Bari ha chiesto il processo immediato per due maestre. Le due donne, lo scorso maggio, furono arrestate e messe ai domiciliari dai carabinieri, nelle settimane scorse però sono tornate in libertà perché per il giudice sono cessate le esigenze cautelari.

\r\n

Il pm titolare del fascicolo, Simona Filoni, ora ha chiesto il giudizio immediato: stando alla ricostruzione degli inquirenti, le due maestre avrebbero esercitato violenza fisica e psicologica sui piccoli attraverso “schiaffi, colpi sferrati su tutto il corpo, strattonamenti, pedate, calci, forti scossoni sugli arti superiori, accompagnati anche dalla immobilizzazione delle mani finalizzati a costringere i bambini a stare fermi, trascinamenti lungo il pavimento, colpi dietro la nuca e una serie di terribili vessazioni e torture psicologiche, seguite da urla, minacce e gravi ingiurie”.

\r\n

Sono 37 gli episodi contestati e che si sarebbero consumati tra il 31 marzo e il 29 aprile del 2016. In una circostanza una bambina sarebbe stata sbattuta contro un banchetto, “per poi rimbalzare all’indietro – si legge nel capo d’imputazione – perdere l’equilibrio e cadere in avanti, a pancia in giù, finendo rovinosamente con tutto il corpo e la faccia sul pavimento, rimanendo esanime per alcuni minuti”. La Procura contesta anche i “gravi danni sull’equilibrio psicofisico di tutti i minori” appartenenti a quella classe e le “gravi ripercussioni sulla loro serena crescita, perché costretti a subire inaudite, quotidiane e atroci violenze, inflitte senza la benché minima pietà, ed a vivere nel costante terrore e dolore”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui