“Sulla vicenda sono in corso le indagini e quindi non posso dire niente”. Conferma l’avvio delle indagini il comandante provinciale di Bari dei carabinieri Vincenzo Molinese in seguito alla notizia, diffusa da Borderline24 – Il giornale di Bari, del ritrovamento di fori di proiettile sui cartelli stradali a San Pio la scorsa settimana. Ora gli inquirenti cercheranno di capire se a sparare sono state le armi del clan Strisciuglio, attivo in zona.

\r\n

La vicenda

\r\n

Fori di proiettile per strada e sui cartelli stradali, che presumibilmente porterebbero la firma delle organizzazioni criminali. In particolare a destare sospetti è stato il cartello di stop in via Iqbal Masih crivellato da colpi di pistola e mitraglietta, che gli investigatori hanno assicurato “non avere più di un mese di vita”.

\r\n

Diverse sono le ipotesi su chi potrebbe aver compiuto il gesto. Tra di queste c’è anche la possibilità che quei fori siano stati provocati da pistole appartenenti a ragazzi. Parliamo delle “vedette”, ovvero ragazzi tra i 14 e i 18 anni che hanno ricevuto dal luogotenente della cosca l’incarico di pattugliare ogni via di accesso al rione, segnalare ogni spostamento anomalo o il passaggio delle forze dell’ordine. E mentre pattugliano sono spesso armati; ecco quindi che quei fori possono essere stati fatti durante un “allenamento” con le pistole delle vedette.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here