Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Mezzi con meno di 10 anni, dotati di gps e personale di assistenza a bordo durante i percorsi. Il nuovo bando del Comune, pubblicato negli scorsi giorni, delinea come si evolverà il trasporto scolastico – che quest’anno è partito il 19 settembre – riservato agli alunni delle scuole dell’infanzia, elementari e medie gestite dal Comune di Bari. Le imprese che vinceranno l’appalto si aggiudicheranno il servizio per i prossimi per tre anni, a partire da gennaio del 2017.\r\n\r\nIl bando\r\n\r\nL’avviso di gara è stato pubblicato negli scorsi giorni sul sito del Comune e prevede alcuni paletti fondamentali da rispettare. In primis l’uso di mezzi che non siano troppo vecchi e, di conseguenza, soggetti a guasti. Il limite massimo di anzianità degli scuolabus è infatti di 10 anni; dovranno inoltre essere dotati di un sistema di rilevamento gps. Quest’ultimo elemento servirà ai genitori per seguire via internet il percorso dei mezzi e sapere sempre se il proprio bambino è arrivato alla fermata giusta.\r\n\r\nIl bando, che prevede un investimento totale di 6 milioni e 434mila euro, è suddiviso in cinque lotti, che corrispondono ai Municipi in città. Ciascuna impresa potrà partecipare alla selezione per più ambiti territoriali e, di conseguenza, gestire il servizio in contemporanea in diverse aree. Gli scuolabus dovranno accompagnare i bambini anche durante visite scolastiche, culturali e ricreative, nell’arco di tempo che va dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.\r\n\r\nIl personale a bordo\r\n\r\nUna delle novità più importanti contenute nell’avviso pubblico è l’obbligo di dotare ogni autobus di un adeguato numero di personale di controllo. In base al numero di bambini presenti su ogni autobus verranno selezionati degli assistenti che consegneranno gli alunni ai genitori o alle persone delegate da quest’ultimi al ritorno da scuola. Il personale accompagnerà i piccoli anche sui marciapiedi dove si trovano i punti di raccolta e all’ingresso delle scuole. Quotidianamente verrà segnalato se qualcuno non usufruisce del servizio o della mancata presenza di un genitore alla consegna dei bambini.\r\n\r\nLe imprese vincitrici dovranno inoltre farsi carico di pubblicizzare il servizio e comunicare in maniera veloce tempi, modalità e percorsi degli scuolabus sia agli istituti, che alle famiglie. Annualmente verrà stilata dall’azienda un’analisi relativa al grado di soddisfazione dell’utenza del servizio, così da sapere subito su che elementi intervenire per migliorarlo.\r\n\r\nL’assessore Romano: “Servizio migliorato grazie all’interazione con le famiglie”\r\n\r\nNella mattinata di ieri, 20 ottobre, l’assessore Romano ha provato il servizio, viaggiando su uno degli scuolabus comunali sulla tratta di Torre a Mare. “Nei mesi precedenti – ha spiegato – abbiamo fatto incontri in tutte le scuole per incrociare le esigenze delle famiglie e quelle dell’amministrazione di riorganizzazione del servizio e dai risultati di questo mix abbiamo elaborato e sperimentato con gli utenti nuovi percorsi, nuove forme di interazione con le famiglie, quali ad esempio il sistema di messaggistica rivolto ai genitori o le iscrizioni online, e oggi finalmente non abbiamo più scuolabus vuoti”.                                                   L’obiettivo dell’amministrazione è migliorare l’impiego delle risorse, abbattendo il più possibile gli sprechi. “Proprio in questa direzione – conclude – si intende la nostra scelta di affidare il servizio per tre anni con la possibilità di rinnovo dei due successivi, una scelta che consentirà alle aziende che parteciperanno alla gara di ammortizzare meglio l’investimento iniziale e di fare contratti di lavoro stabili”.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui