Vince (senza dominare) il Novara. Il Bari torna a casa con una nuova bruciante sconfitta. In una serie B dai valori livellati, i pugliesi restano una squadra incompiuta, disarmante nelle ingenuità difensive e poco pungente in attacco. Stellone è costretto a ricorrere al turn over, ma chi sostituisce i titolari non brilla. Il gol di Faragò nel primo tempo è un macigno. Che seppellisce le ambizioni di un avvio sprint di Moras e compagni. Ora il cammino si complica. E Stellone ha sempre meno tempo a disposizione per invertire la rotta.\r\n\r\nLa chiave tattica: il turn over genera un Bari con poca personalità\r\n\r\nStellone ha scelto di dare un turno di riposo a Di Cesare e Valiani, e ha iniziato con Maniero in panchina. Per una squadra ancora alla ricerca della sua identità, basta poco per far smarrire sicurezza e personalità. A Novara già nella prima mezzora erano evaporate le certezze maturate nella precedente gara con il Trapani. Manca il trascinatore, e il gioco sulle fasce per Ivan e Furlan è prevedibile e ripetitivo.\r\n\r\nPunto di forza: classe di Ivan e grinta di Maniero, ma non bastano a ribaltare la gara\r\n\r\nIl Bari ha nella classe di Ivan e nella grinta di Maniero due miniere da cui attingere in questa fase critica del torneo. Lo slovacco colpisce un palo alla mezzora della ripresa mentre Maniero riesce a trasferire con il suo carisma un po’ di rabbia ai compagni e anche De Luca si avvantaggia del suo peso offensivo per trovare nuovi spazi. Manca però la fiammata per raggiungere il pari.\r\n\r\nPunto debole: ingenuità difensive e ripartenze prevedibili\r\n\r\nLa sconfitta è figlia di una marcatura “leggerina” (e sciagurata) su Faragò in area. Il giocatore del Novara può girarsi e sorprendere Micai senza affanni. Ma è la manovra offensiva che appare prevedibile, Furlan prova (invano) a fare superiorità numerica, De Luca è effimero i primi 45′, Romizi e Basha non hanno nel dna la creazione del gioco. Con questo schieramento in campo non era possibile aspettarsi una gara propositiva.\r\n\r\nLa curiosità: il tifo caloroso dei Seguaci dà l’impressione a Moras e compagni di essere al San Nicola\r\n\r\nI tifosi biancorossi del Nord hanno trasformato lo stadio di Novara in una succursale del San Nicola. L’entusiasmo del settore ospiti però non ha contagiato Micai e compagni, agonisticamente determinati solo nel finale del secondo tempo.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here