Cabtutela.it
acipocket.it

Calcio, basket, pallavolo, corsa. Sono solo alcuni degli sport a cui gli universitari baresi hanno dedicato la giornata. Si è tenuta infatti oggi “Unibalive”, una vera olimpiade dell’Università di Bari.\r\n\r\nLe competizioni in piazza\r\n\r\nAd ospitare le competizioni non erano però campetti o centri sportivi, ma l’asfalto e i marciapiedi di piazza Cesare Battisti. Dalle 12 di questa mattina fino al tardo pomeriggio si sono tenute anche esibizioni di discipline sportive: non solo rowing, ma anche karate e muay thai sui tatami montati vicino alle panchine.\r\nCosì tra gli studenti con i libri al seguito, appena usciti da lezioni, capita di vedere ragazzi e ragazze in pantaloncini, a sfidarsi non solo negli sport più famosi, ma anche nel tiro alla fune o nella corsa con i sacchi.\r\n\r\nGli studenti: “Bello tornare a godersi questa piazza”\r\n\r\nPer gli studenti questa non è solo una giornata all’insegna dello sport, ma un modo per ritornare ad appropriarsi di una piazza per troppo abbandonata nel degrado. “È bello vedere la piazza animata – spiega Francesca, che frequenta il secondo anno di Lingue -, e tornare a goderla. Manifestazioni del genere dovrebbero tenersi più spesso. Quest’area non può rimanere abbandonata”.\r\n\r\nC’è chi invece apprezza la possibilità di passare un pomeriggio di sport con gli amici dopo le lezioni. “Sapevamo che ci sarebbe stato un evento sportivo – spiega Emanuele -, quindi ci siamo attrezzati. Mi piace l’idea di giocare a pallavolo tra i passanti e gli automobilisti”.\r\n\r\nStaffetta e rowing\r\n\r\nI ragazzi si sono sfidati anche in un’insolita staffetta, seguendo un percorso che circumnavigava la piazza, passando attraverso giardini, passanti e i militari, pronti a garantire la sicurezza della manifestazione. “Per qualche disciplina ci sono poche persone che vogliono partecipare – commenta uno degli organizzatori -, come la staffetta. Speriamo di non dover finire a fare solo noi la corsa coi sacchi”.\r\n\r\nAd organizzare l’evento è stato il Centro universitario sportivo, che ha portato non solo l’attrezzatura, ma anche i suoi atleti, per aiutare i ragazzi ad avvicinarsi al canottaggio, attraverso allenamenti specifici sul vogatore.\r\n\r\nMostre, spettacoli teatrali e dj set\r\n\r\nL’iniziativa lascia però spazio anche alla creatività. Per tutta la giornata infatti sono state esposte fotografie e dipinti realizzate dagli studenti dell’università, mentre nel tardo pomeriggio sono state organizzate anche rappresentazioni teatrali.\r\n\r\nChiuderà l’evento dalle 19 a mezzanotte un dj set. Ad alternarsi in consolle saranno sempre gli studenti, che suoneranno da un furgone della Redbull.\r\n\r\nL’iniziativa si è tenuta in una giornata che ha visto anche gli studenti scendere in piazza per una manifestazione. Sulla questione è intervenuto Carlo De Matteis, consigliere universitario di amministrazione per Up. “In una giornata come quella dedicata allo studente – spiega -, l’Università ha proposto un’alternativa di integrazione, condivisione degli spazi e delle idee, rispetto a chi fa della protesta la sua principale arte.\r\nCi sono sicuramente necessità importanti che riguardano noi studenti, ma ritengo che alle volte sia fondamentale promuovere principi come quelli dello stare insieme e della condivisione per superare le tante difficoltà che ci riguardano e spesso ci dividono”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui