Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Installazioni multimediali, elementi scenografici, performance teatrali, visite guidate per la città e laboratori didattico-creativi. Tutto all’insegna della riscoperta delle vestigia medioevali di Bari, che per tre giorni – da domani al 20 novembre – i cittadini potranno conoscere grazie ad “Open Bari”.\r\n\r\nLa manifestazione, promossa dall’assessorato alle Culture e Marketing territoriale del Comune di Bari e finanziata dal bando regionale sul turismo “InPuglia365”, vede molte delle iniziative svolgersi anche all’interno del Museo civico della città. Per i vicoli di Bari vecchia saranno gli attori dell’associazione “I figuranti di San Nicola” ad invitare i cittadini a prendere parte alle attività in programma nel Museo, che sarà allestito all’esterno con stendardi e bandiere.\r\n\r\nNell’ambito di “Open Bari” è stata organizzata anche la mostra “Bari XI sec.” di Luigi Spezzacatene – con un nuovo allestimento -, oltre a musica, video e proiezioni fuori e dentro la struttura museale. Inoltre per ricreare l’atmosfera dell’epoca si terranno anche performance della compagnia teatrale “Onirica” e concerti di musica medievale a cura del gruppo “Dominae Ensamble”.\r\n\r\nI laboratori\r\n\r\nDomani e il sabato mattina si svolgeranno i laboratori didattici incentrati sul periodo medievale che mirano, attraverso il gioco, a sensibilizzare i più piccoli ai valori del patrimonio culturale e storico. Per tali attività saranno coinvolte il venerdì mattina le scuole elementari Corridoni e Piccinni, mentre il sabato saranno aperte a tutti i bambini. Sono previsti  laboratori di calligrafia e miniatura, per sensibilizzare i bambini alla creazione artistica del medioevo, e corsi di realizzazione di stemmi nobiliari.\r\n\r\nMaselli: “Un progetto per valorizzare il Museo civico”\r\n\r\n”Questo progetto – commenta l’assessore alle Culture Silvio Maselli – rientra a pieno titolo tra le iniziative di promozione coordinata dei beni culturali cittadini attivate da questa amministrazione, che ha voluto valorizzare e restituire centralità al Museo civico potenziandone il significato di ‘museo della città’ e riconoscendogli a tal fine, oltre alla fondamentale funzione conservativa e documentaria, un ruolo più attivo e propositivo in un dialogo permanente con la città e i cittadini”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui