Cabtutela.it

Nella giornata del 17 novembre, alcune testate giornalistiche hanno pubblicato una dichiarazione del Comune di Bari in merito all’organizzazione del concerto di Tiziano Ferro, in programma il 5 luglio 2017 all’Arena della Vittoria. La società organizzatrice, la Sold out srl era stata accusata dal Comune – nella persona di  Marisa Lupelli, dirigente della ripartizione Culture e Sport – di aver pubblicizzato l’evento e di aver aperto la vendita dei biglietti, nonostante non fosse stato saldato l’affitto dello stadio per lo scorso spettacolo affidato all’agenzia, il concerto di Laura Pausini di luglio 2016. Alle accuse, la società risponde così:

\r\n

“In merito a notizie pubblicate su alcuni quotidiani del 17.11.2016, secondo cui il concerto di Tiziano Ferro, programmato per il 5 Luglio 2017 a Bari, Arena della Vittoria, potrebbe essere a rischio perché gli organizzatori “sarebbero morosi nei confronti del comune di Bari”, non avendo pagato l’utilizzo dell’Arena della Vittoria per lo scorso concerto della Pausini, la Sold out srl, nel precisare che quanto pubblicato non corrisponde alla realtà dei fatti, comunica quanto segue. Premesso che la Sold out srl, non è la società che ha organizzato il concerto della Pausini, ma ha solo fornito alcuni servizi per la realizzazione dello stesso, aveva pagato anticipatamente quanto richiesto dal Comune di Bari, per l’utilizzo dello stadio per il concerto di cui sopra, e doveva saldare soltanto la percentuale sull’incasso, che è stata pagata in data odierna, essendoci degli aspetti relativi alla concessione da chiarire. Precisiamo inoltre che la società che rappresenta Laura Pausini è completamente estranea alla vicenda.\r\nTuttavia, al solo scopo di evitare ulteriori disguidi e diffusione di notizie inesatte, la Sold out srl comunica di aver provveduto ad effettuare il pagamento delle somme pretese, nella giornata di oggi, 17.11.2016. Riservandoci di chiarire in seguito la vicenda”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui