Due obiettivi: conservare la serie A2 conquistata con tanta fatica e intraprendenza l’anno scorso e aiutare i ragazzini baresi meno fortunati e più problematici. Si scrive Waterpolo, si legge grinta e solidarietà.\r\n\r\nStamattina è stata presentata la nuova stagione della squadra maschile di pallanuoto barese, ma la conferenza stampa organizzata nello Stadio del nuoto è stata l’occasione anche per lanciare un’iniziativa sociale: la società sportiva accoglierà 15 minori a rischio coinvolgendoli in corsi di nuoto e altre attività sportive accanto alle calottine biancorosse. Il tutto sarà possibile grazie al protocollo d’intesa firmato stamattina dal presidente dei Reds, Emanuele Merlini, e il presidente del Municipio I, Micaela Paparella. “Non vediamo l’ora che inizi il campionato perché in questi tre mesi abbiamo lavorato duro e in maniera maniacale, per integrare i nuovi arrivati ed essere subito pronti all’appuntamento con la serie A”, esordisce Antonello Risola, l’allenatore della Waterpolo Bari.\r\n\r\nAlla conferenza stampa hanno partecipato anche l’assessore comunale allo Sport, Pietro Petruzzelli, il presidente del Coni Puglia, Elio Sannicandro, il presidente del comitato regionale Fin, Nicola Pantaleo, assieme al dirigente, Alfonso Rossi, il presidente della commissione Welfare dello stesso Municipio, Nicola Biancofiore, il presidente pugliese dei giudici unici di gara (Gug), Patrizia Zappatore, e il dirigente Waterpolo, Giacomo Annibaldis. E mentre a bordo piscina veniva presentata la nuova stagione, in vasca i ragazzi di Risola si allenavano in vista dell’esordio di sabato.  In acqua c’erano anche i nuovi acquisti, tra cui Il primo straniero della storia Waterpolo, l’universale montenegrino, classe ’89, Predrag Nosovic, e i baresi di ritorno: Alessandro De Bellis, Federico Patti e Alessandro Sassanelli.\r\n\r\n“È nostra intenzione difendere la serie A, ben figurare e affrontare al meglio questa nuova sfida – commenta Merlini – alla quale abbiamo voluto affiancare attività sociali e valori di lealtà e solidarietà, che appartengono alla pallanuoto e allo spirito col quale opera la nostra società”. Ad Annibaldis il compito di introdurre la firma del protocollo e presentare i “passaporti” dedicati ai sostenitori, nella versione silver, golden e platinum, che nelle tre modalità permetteranno di assistere in maniera speciale alle partite e usufruire di vantaggi, corsi e servizi all’interno dello Stadio del nuoto.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here