Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Con 28 voti a favore e otto schede bianche Pasquale Di Rella è stato riconfermato presidente del Consiglio comunale. Non solo la maggioranza compatta ma anche alcuni esponenti dell’opposizione hanno ribadito la fiducia a Di Rella dopo le sue dimissioni. La decisione di riconfermarlo è arrivata dopo giorni di riunioni e consultazioni, dalle quali la maggioranza era appunto uscita con l’unica alternativa alle dimissioni: riproporre il nome dell’ex presidente.\r\n\r\nLa seduta in Consiglio\r\n\r\nIl Consiglio si è aperto oggi con l’intervento del sindaco Antonio Decaro che ha chiesto all’Aula di riconfermare la fiducia in Di Rella.\r\n\r\n”Il voto di oggi – ha detto Decaro – non sia un mero tentativo di risolvere una crisi politica o amministrativa ma la conferma di un impegno collettivo e una rinnovata fiducia nei lavori del presidente del consiglio che tutti abbiamo scelto bene nel 2014. Siamo certi che il rapporto che il Consiglio ha con la giunta, con il sindaco, con gli uffici, può essere travagliato ma può essere sempre migliorato e affinato proprio sulla base del rispetto che dobbiamo avere innanzitutto per il ruolo che ognuno di noi ricopre”.\r\n\r\nDurante il lungo dibattito i Cinque Stelle, Impegno civile, Fratelli di Italia, Cor hanno ribadito la loro posizione: “Nulla contro Di Rella, ma per coerenza ci asterremo, perché non siamo la stampella della maggioranza – hanno detto Sabino Mangano dei Cinque Stelle, Fabio Romito di Cor, Filippo Melchiorre di Fratelli di Italia, Giuseppe Carrieri di Impegno civile – questa amministrazione deve andare a casa. Noi siamo disposti a tornare a votare anche domani mattina. Quello che si sta verificando oggi è solo un teatrino”.\r\n\r\nLa decisione di Di Rella\r\n\r\nDi Rella, prima della votazione, ha ribadito la sua posizione, evidenziando le criticità che sono state alla base della sua decisione di dimettersi, a cominciare da una giunta che non partecipa al question time o non risponde alle interrogazioni o ancora che non coinvolge nella sua attività i consiglieri comunali. “Confermo  – ha detto Di Rella appena riconfermato – che c’erano e ci sono cose che non vanno. Interpreto l’invito affettuoso e amichevole del sindaco e del capogruppo del Pd come un formale impegno in merito alle criticità che ho rilevato. Sono onorato di aver ottenuto in un clima diverso la fiducia di 28 colleghi. Io adesso però voglio restare libero, voglio essere più utile alla città, accetto l’incarico ma non sarò più un mero notaio ma un protagonista del Consiglio comunale”.\r\n\r\n“La maggioranza è unita nelle scelte decisive – ha detto Decaro dopo la votazione –  Pasquale Di Rella dimostra responsabilità e senso delle istituzioni. Ora avanti con determinazione”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui